Scherma, Europei under 23: Italia forza 3 a Vicenza

Scherma-europei-under-23-Vicenza-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Vicenza, Teatro Olimpico. Chi ha già vinto, sotto il punto di vista dell’organizzazione, è già chiaro dopo la prima giornata di assalti. Le fasi finali degli Europei under 23 di scherma nell’affascinante opera palladiana sono un mix tra arte e sport tutto da gustare da oggi fino a domenica 26. E se poi il Bel Paese vince, o comunque conquista ben tre medaglie, la cornice è davvero da sogno.

Nella sciabola femminile Caterina Navarria cede solo in finale alla polacca Martyna Watora per 13-15. Sul gradino più basso del podio sale anche Sofia Ceraglia, bronzo, ko in semifinale sempre contro la neo campionessa continentale con il punteggio di 9-15. L’atleta dell’est fa terra bruciata intorno a sé, ma la giovane Italia – che comunque vanta già esperienza in Coppa del Mondo assoluta con molti convocati – è subito dietro e conferma le proprie ambizioni di trionfo nel medagliere come avvenuto ai recenti Mondiali giovani e cadetti di Tashkent.

La terza medaglia di giornata è un altro argento, un altro urlo di gioia smorzato in gola proprio sul più bello. La protagonista è Alice Volpi, fioretto femminile, sconfitta 13-15 in finale dalla russa Svetlana Tripapina. Quello che tra le grandi si chiama Dream Team, tra le under 23 si ferma a un passo dal vertice: stop ai quarti sia per Beatrice Monaco e Francesca Palumbo, rispettivamente contro Tripapina per 8-13 e la russa Yana Alborova (terza insieme alla polacca Szymczak) per 7-15. Domani in pedana gli spadisti e le squadre di sciabola e fioretto.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top