Rugby – Champions Cup, ultima corsa verso Twickenham: è tempo di semifinali

hi-res-6c9cd7f4cb679fab263b6596ae393cd4_crop_north.jpg

I biglietti per Twickenham sono pronti. Le semifinali del weekend decreteranno chi potrà beneficiarne per giocarsi la prima Champions Cup della storia. Una rivoluzione nella forma, ma nella sostanza la massima competizione europa per club è cambiata ben poco, perché tre delle quattro regine rimaste sono le medesime dello scorso anno. Solo una novità ma, inoltre, irlandese come il Munster del 2014.

Clermont e Saracens, come una stagione fa, si ritrovano all’ultimo bivio prima della finalissima. Allora, la sfida di Londra si conclusa con un roboante 46-6 per gli inglesi, che dominarono in lungo e in largo dei francesi completamente smarriti. Il remake, però, sarà in terra francese, a Saint-Étienne, l’ideale quindi per consentire a Les Jaunards di prendersi la rivincita. Dimenticare la debacle di Twickenham per ritornarvi, insomma. Gli uomini di Azema hanno senz’altro impressionato contro Norhampton, cancellato dal campo con un primo tempo spettacolare e grazie al quale si presentano come favoriti al match dello Stade Geoffroy-Guichard. Dal canto loro, però, i Sarries hanno offerto l’ennesima prova di grande solidità in casa del Racing Métro, espugnandolo all’80esimo pur senza brillare dal punto di vista del gioco. Tecnica ed esuberanza atletica contro tenacia e potenza fisica.
Kick-off alle ore 16:15.

Clermont: 15 Nick Abendanon, 14 Noa Nakaitaci, 13 Jonathan Davies, 12 Wesley Fofana, 11 Naipolioni Nalaga, 10 Brock James, 9 Ludovic Radoslavjevic, 8 Damien Chouly (c), 7 Julien Bardy, 6 Julien Bonnaire, 5 Sébastien Vahaamahina, 4 Jamie Cudmore, 3 Davit Zirakashvili, 2 Benjamin Kayser, 1 Vincent Debaty
Replacements: 16 John Ulugia, 17 Raphael Chaume, 18 Clément Ric, 19 Julien Pierre, 20 Alexandre Lapandry, 21 Morgan Parra, 22 Camille Lopez, 23 Aurélien Rougerie

Saracens: 15 Alex Goode, 14 Chris Ashton, 13 Marcelo Bosch, 12 Brad Barritt (c), 11 Chris Wyles, 10 Charlie Hodgson, 9 Richard Wigglesworth, 8 Billy Vunipola, 7 Jacques Burger, 6 Maro Itoje, 5 Jim Hamilton, 4 George Kruis, 3 Petrus du Plessis, 2 Jamie George, 1 Mako Vunipola
Replacements: 16 Schalk Brits, 17 Rhys Gill, 18 James Johnston, 19 Kelly Brown, 20 Jackson Wray, 21 Neil de Kock, 22 Owen Farrell, 23 David Strettle

La domenica sarà il turno dei campioni d’Europa, opposti nuovamente ad una squadra irlandese come un anno fa. Al Vélodrome di Marsiglia, Tolone dovrà vedersela con Leinster, in un altro remake di una sfida della scorsa Heineken Cup ma a livello di quarto di finale. Wilkinson&co. non ebbero grossi problemi a piegare le resistenze dei campioni celtici, proprio grazie ai calci dell’apertura inglese, ma anche senza Wilko i valori in campo non sembrano essere granché cambiati. I rossoneri hanno perso la loro guida ma non la loro straordinaria potenza di fuoco, assemblata in maniera quasi impeccabile da Bernard Laporte. Contro i Wasps, due settimane fa, si è intravista qualche crepa, eppure il risultato è stato davvero poco in discussione. Sul Leinster gravano diversi punti interrogativi, ma la squadra vista in Europa fin qui è ben diversa da quella ammirata finora in Pro12, dove rischia di non qualificarsi ai playoff. Se scenderà in campo la squadra capace di piegare il Bath con una prestazione davvero di spessore nei quarti di finale, allora il Tolone dovrà sudare le proverbiale sette camicie. In caso contrario, il match potrebbe essere a senso unico.
Kick-off alle ore 16:15 di domenica 19

Toulon: 15 Leigh Halfpenny, 14 Delon Armitage, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Matt Giteau, 11 Bryan Habana, 10 Frederic Michalak, 9 Sebastien Tillous-Borde, 8 Chris Masoe, 7 Juan Fernandez Lobbe, 6 Juan Smith, 5 Ali Williams, 4 Bakkies Botha, 3 Carl Hayman (c), 2 Guilhem Guirado, 1 Xavier Chiocci
Replacements: 16 Jean-Charles Orioli, 17 Alexandre Menini, 18 Levan Chilachava, 19 Steffon Armitage, 20 Drew Mitchell, 21 Rudi Wulf, 22 Michael Claassens, 23 Jocelino Suta

Leinster: 15 Rob Kearney, 14 Fergus McFadden, 13 Ben Te’o, 12 Ian Madigan, 11 Luke Fitzgerald, 10 Jimmy Gopperth, 9 Isaac Boss, 8 Jamie Heaslip (c), 7 Sean O’Brien, 6 Jordi Murphy, 5 Mike McCarthy, 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Sean Cronin, 1 Cian Healy
Replacements: 16 Richardt Strauss, 17 Jack McGrath, 18 Martin Moore, 19 Ben Marshall, 20 Dominic Ryan, 21 Eoin Reddan, 22 Gordon D’Arcy, 23 Zane Kirchner

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top