Pro12, 19^ giornata: Treviso, non basta un lampo. Gli Ospreys dilagano nel finale

Bu8F2_JIUAA4IsO.jpg

Il Benetton Treviso ci prova, gioca un grande inizio di secondo tempo ma alla distanza gli Ospreys prevalgono nella 19esima giornata del Pro12. I Leoni perdono la terza partita consecutiva davanti al pubblico del Monigo, cedendo sotto i colpi di una squadra gallese evidentemente più attrezzata per 13-33

Biggar trova subito i pali al 2′ e porta avanti i suoi che, di fatto, mantengono sempre il pallino del gioco senza far uscire il Benetton dalla propria tana. I biancoverdi cercano di reagire ma la difesa degli Ospreys regge anche se al 20′ deve concedere il pareggio ad Hayward dalla piazzola. I Leoni, però, non trovano l’abbrivio giusto e i gallesi riprendono a martellare, costringendo al giallo Bacchin al 25′ (e Biggar ne mette tre per il nuovo vantaggio). Eppure, Treviso resiste in 14 e prova anche a mettere il naso avanti, pur senza successo. Il paradosso è che in parità numerica, poi, gli ospiti si rimettono in moto e dopo un ottimo avanzamento trovano lo spunto giusto per la meta di Eli Walker, al 39′ (3-11).

La mischia trevigiana, però, continua a farsi valere come nel primo tempo e il pilone gallese Nicky Smith deve lasciare in 14 i suoi, a causa di un giallo al 41′. E in superiorità numerica, il Benetton entra con decisione nei 22 avversari per la prima volta nel match: poca qualità, un po’ di confusione ma tanta convinzione da parte dei Leoni, che alla trentunesima fase (!) trovano lo spunto decisivo con Simone Ragusi per la meta alla bandierina (10-11). Treviso gioca con più aggressività, gli Ospreys non fanno in tempo a tornare in 15 che anche Rhys Webb si becca un’ammonizione, convertita da Hayward per il primo vantaggio trevigiano al 54′. Anche in inferiorità, i gallesi ci provano: Biggar avrebbe una chance al 62′, ma non trova i pali. Due minuti dopo, con la parità numerica ristabilita, i falchi tuttavia passano: Dan Evans sfrutta il lavoro della squadra e schiaccia il 13-16. Biggar, poi, allunga sul +6 al 71′. Ma l’obiettivo dei Falchi è il punto di bonus e, tra il 77′ e il 79′, lo trovano: prima è Tipuric a volare in meta dopo uno splendido offload di Webb, poi è lo stesso mediano di mischia a finalizzare una bella azione corale, contro dei biancoverdi in chiaro debito di ossigeno, per il 13-33 finale.

Twitter: @panstweet

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Foto: Official Twitter Benetton Rugby

Tag

Lascia un commento

Top