Parigi-Roubaix 2015: il percorso e tutti i settori di pavé

Schermata-2015-04-07-alle-09.46.41.png

Nessuna difficoltà altimetrica per la terza classica monumento della stagione. Ma, nonostante questo, è spesso tra le più selettive, se non la più selettiva in assoluto. 253 chilometri e 500 da Compiegne al celebre velodromo di Roubaix per la Regina delle Classiche.

Non ci sono particolari novità novità nel percorso per la 112esima edizione della Parigi-Roubaix. I settori in pavé saranno 27, il primo dopo 98 chilometri e 500 metri (da Troisvilles a Inchy). Come sempre, il primo vero snodo fondamentale della gara sarà il Trouée d’Arenberg, tratto a cinque stellette di difficoltà. Una strada dritta, in leggera ascesa che taglia in due la Foresta di Arenberg. Una caduta o una foratura sulle insidiose pietre di questo settore potrebbero scrivere la parola ‘fine’ sulla corsa di diversi atleti già a 95 chilometri dal traguardo. Da qui in poi, il gruppo dovrebbe essere più selezionato, ma sarà essenziale rimanere sempre davanti per non farsi sorprendere da eventuali attacchi.

Dopo aver affrontato 17 tratti in pavé, si tornerà su un settore a 5 stelle: Mons-en-Pevel. Fase storica e decisiva della gara, 3 chilometri di pietre quando mancheranno meno di 50 chilometri alla conclusione. Qui si potrebbe creare la selezione definitiva e solo i migliori resteranno in quota, mentre per tutti gli altri sarà una corsa alla sopravvivenza. L’ultimo settore a cinque stelle sarà il Carrefour de l’Arbre, forse l’ultimo tratto in cui si può fare veramente la differenza posto a meno di 20 chilometri dalla conclusione e preceduto dal settore di Camphin en Pévèl, a sua volta molto impegnativo. Il finale di gara, come sempre, nel velodromo, dove l’Inferno, per uno solo dei corridori partenti, si trasforma in Paradiso dopo un totale di 52 chilometri e 700 metri in pavé.

Questi tutti i settori in pavè: 

27 – 98,5 Troisvilles à Inchy 2,2 ***
26 – 105 Viesly à Quiévy 1,8 ***
25 – 108 Quiévy à Saint-Python 3,7 ****
24 – 112,5 Saint-Python 1,5 **
23 – 120,5 Vertain à Saint-Martin-sur-Écaillon 2,3 **
22 – 130 Verchain-Maugré à Quérénaing 1,6 ***
21 – 133,5 Quérénaing à Maing 2,5 ***
20 – 136,5 Maing à Monchaux-sur-Écaillon 1,6 ***
19 – 149,5 Haveluy à Wallers 2,5 ****
18 – 158 Trouée d’Arenberg 2,4 *****
17 – 164 Wallers à Hélesmes 1,6 ***
16 – 170,5 Hornaing à Wandignies 3,7 ****
15 – 178 Warlaing à Brillon 2,4 ***
14 – 181,5 Tilloy à Sars-et-Rosières 2,4 ****
13 – 188 Beuvry-la-Forêt à Orchies 1,4 ***
12 – 193 Orchies 1,7 ***
11 – 199 Auchy-lez-Orchies à Bersée 2,7 ****
10 – 204,5 Mons-en-Pévèle 3 *****
9 – 210,5 Mérignies à Avelin 0,7 **
8 – 214 Pont-Thibaut à Ennevelin 1,4 ***
7 – 220 Templeuve (Moulin-de-Vertain) 0,5 **
6-1 – 226,5 Cysoing à Bourghelles 1,3 ****
6-2 – 229 Bourghelles à Wannehain 1,1 ***
5 – 233,5 Camphin-en-Pévèle 1,8 ****
4 – 236,5 Carrefour de l’Arbre 2,1 *****
3 – 238,5 Gruson 1,1 **
2 – 245,5 Willems à Hem 1,4 **
1 – 252 Roubaix 0,3 *

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top