Nuoto, Assoluti Riccione 2015: sorprese inaspettate nella prima giornata

Simone-Sabbioni-nuoto-profilo-tw-Esercito.jpg

Non c’era grande ottimismo, tra i tifosi italiani, dopo le batterie della prima giornata degli Assoluti di nuoto 2015 di Riccione. Eppure il vero appuntamento, quello con le finali, era ancora tutto da vivere. E non ha tradito, con solide conferme e prestazioni inattese.

Su tutte, un’Alice Mizzau versione piccola Mireia Belmonte Garcia. 4’06”22 nei 400 stile libero, gara non sua ma che può diventarlo. E insieme un passaggio fulmineo ai 200 (2’00”23) che fa ben sperare in vista della prova di venerdì e, soprattutto, della 4×200 sl oro europeo in carica. Primato personale anche per Diletta Carli, che però manca di un soffio il pass per Kazan in 4’06”78. Entrambe erano reduci da un periodo difficile: la friulana per la scomparsa della mamma dopo Berlino, la toscana per le critiche post Doha. Missione superata, e ora sguardo proiettato al futuro. Tra pochi giorni si torna già in acqua per sfidare un’enigmatica Federica Pellegrini nel suo terreno di caccia preferito, i 200 sl.

Devastante Simone Sabbioni nei 100 dorso. Che il romagnolo sia un talento fuori dal comune è chiaro ormai da un bel po’, ma neanche i più ottimisti avrebbero probabilmente immaginato un record italiano in 53”49 già agli Assoluti. L’aria di casa e la spinta del pubblico l’hanno esaltato verso un territorio che ora può esplorare con la spensieratezza di chi, a 18 anni, ha ancora molto da imparare. Talento fuori dal comune è anche Gregorio Paltrinieri, ormai più che una certezza. Il fuoriclasse di Carpi sa quando spingere e quando dosare le energie: può non essere soddisfatto (ed è indice di mentalità vincente) per il 7’50”43 negli 800 sl, ma sa bene che è già tra i migliori del mondo senza apparenti sforzi. Prepariamoci a grandi emozioni per i 1500.

Infine, l’uomo più atteso. Marco Orsi procede a step: non va subito sotto i 48” e si ferma a mezzo secondo da un traguardo che, comunque, in Italia ancora mai nessuno ha raggiunto. Ma per quanto dimostrato nell’ultimo inverno il Bomber ne ha tutte le qualità: presto lo attenderanno altri esami. Intanto, è tra i califfi della velocità mondiale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter Cse Pubblisport/Esercito

Lascia un commento

Top