Nuoto, Assoluti Riccione 2015: Paltrinieri in cima al mondo! La 4×200 sl donne sogna

Gregorio-Paltrinieri-nuoto-foto-fin-deepbluemedia1.jpg

Una prestazione che vale la cinque giorni di Riccione. La penultima giornata di finali degli Assoluti 2015 incorona Gregorio Paltrinieri come assoluto fuoriclasse del nuoto azzurro, non che ce ne fosse ancora bisogno di ribadirlo del resto. Martedì e ieri 7’50” negli 800 e 3’49” nei 400: tutto lavoro finalizzato al botto odierno nei 1500 stile libero. Botto che rimarrà impresso a lungo: 14’43”87, immediata risposta al 14’44” di Mack Horton e miglior crono mondiale del 2015. Qui non si scherza: avversari avvisati, sia per Kazan che per Rio.

Anche se non nuota, l’altro grande pezzo di vetrina se la prende sempre lei. Federica Pellegrini questa mattina ha rinunciato alla finale dei 200 sl nonostante avesse segnato il miglior tempo di batteria in 1’56”51 per scelta del suo allenatore, Matteo Giunta. Ed è proprio Giunta a chiarire ai microfoni di RaiSport i motivi di una decisione che ha fatto discutere: “Mi assumo tutte le responsabilità del caso e mi scuso se ho mancato di rispetto a qualcuno. Semplicemente non mi serviva avere un’ulteriore confronto con i 200 dopo la staffetta di ieri e le batterie di questa mattina (entrambe a 1’56”, ndr). Non mi sono piaciute alcune reazioni della carta stampata dopo i 400, gara non preparata, e non aveva senso scendere in vasca senza la giusta serenità. Questi Assoluti sono importanti, ma non fondamentali. Fondamentale è recuperare al meglio l’atleta per il futuro“.

Futuro che potrebbe avere nelle ambizioni di medaglia della staffetta 4×200 sl molte certezze in più rispetto all’individuale. Perché la finale, orfana della veneta, mette comunque in bella mostra quattro azzurre al di sotto del proprio primato personale. Vince – e strappa il secondo pass per Kazan 2015 – Alice Mizzau, che tocca in 1’57”35. Ma in ottica quartetto brillano anche Chiara Masini Luccetti (1’57”86), Erica Musso (1’58”65) e Diletta Carli (1’58”76). Potrebbe essere una carta importante dopo l’oro europeo: Fede ma non solo.

Qualificazioni anche per Arianna Castiglioni (50 rana) e Marco Orsi (50 sl). 31”15 per la lombarda, nuovo record italiano cadetti, che domani sarà attesa dalla sua gara preferita, i 100. Tiene il suo ritmo Martina Carraro (31”18). Per il Bomber un 22”07 che “non mi soddisfa“: seguono un ritrovato Luca Dotto (22”12) e Federico Bocchia (22”28). Nei 50 dorso Arianna Barbieri si migliora rispetto alla mattinata e tocca in 28”44, a tre decimi dal limite, mentre nei 200 misti Federico Turrini bissa l’oro della distanza doppia in 1’59”90.

Nella staffetta 4×100 mista femminile, record italiano per l’Aniene con il crono di 4’01″64 con ottima frazione a stile libero (53.65) di Federica Pellegrini. In seconda e terza posizione le Fiamme Gialle in 4’04″34 e la Forestale in 4’05″24.  Nelle versione al maschile altro primato nazionale, per il team delle Fiamme Oro che ha stampato un 3’35″19 grazie ad un’altra ultima frazione monstre di Marco Orsi in 47″60.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

One thought on “Nuoto, Assoluti Riccione 2015: Paltrinieri in cima al mondo! La 4×200 sl donne sogna”

  1. ale sandro scrive:

    Fatico a ricordare una prestazione corale così valida come nei 200 stile donne. Ero fiducioso per Mizzau, Masini (un secondo buttato giù mi pare) e Carli, sorpreso positivamente dalla Musso, e non dimentico De Memme e Pirozzi prima in finale B non al meglio,sui 2 minuti in grado di fare anche meno. Tutto questo non può che far sperare ancora di più per una 4×200 maggiormente competitiva se consideriamo anche la presenza della Pellegrini.
    Paltrinieri firma la prestazione migliore della rassegna, davvero impressionante. Anche se non c’era il bisogno il “territorio” è stato marcato.
    Buoni segnali dalla Castiglioni che già oggi sfiora il record italiano e domani sulla doppia distanza potrebbe scendere sotto l’1’07”. Di sicuro la giornata migliore dei campionati per me.

Lascia un commento

Top