Nuoto, Assoluti Riccione 2015. Le pagelle: Magnini infinito, Castiglioni e Di Pietro vincenti e rimandate

nuoto-filippo-magnini-pagina-fb-magnini.jpg

Ecco le pagelle dell’ultima giornata di gare agli Assoluti 2015 di Riccione.
ARIANNA CASTIGLIONI 6.5: le premesse c’erano tutte per andare ad attaccare il record di Scarcella ma il record non arriva. A 10 metri dall’arrivo sembra che non arrivi neanche la vittoria ma nel finale si trova il modo per piazzare la zampata vincente.

SILVIA DI PIETRO 7: vince i 50 stile libero battendo la “concorrenza nobile” di Ferraioli e Pellegrini. Due ori senza il pass per Kazan ma non si fascia la testa e si metterà a lavorare duramente per gli esami di riparazione.

ERIKA FERRAIOLI 6.5: Dopo un 2014 vissuto a mille all’ora, non riesce né a staccare il biglietto per Kazan e neppure a vincere i “suoi” 50 stile libero, dove si deve accontentare del terzo posto.

FEDERICA PELLEGRINI 6: Stabilisce il suo primato personale sui 50 ma la domanda è sempre la stessa del giorno prima. Perché?

SIMONE SABBIONI 7.5: Apre e chiude i campionati con un oro il dorsista campione d’Italia che concede il bis sui 50 dopo aver dominato i 100. Non arriva il record italiano ma il personale sì e questa ormai è una costante. Qualce modo migliore per festeggiare il compleanno del tecnico Luca Corsetti?

DILETTA CARLI 7: Chiude un ottimo campionato italiano battendo Aurora Ponselè negli 800 stile libero e a Kazan andrà, se non altro come componente della 4×200 ma con una condizione ritrovata potrebbe giocarsi anche qualche posto individuale.

LUCA PIZZINI 6.5: Vince ma non riesce a stabilire il minimo per la Russia. Buona condotta di gara ma non riesce a cambiare marcia fino in fondo e il limite resta un miraggio.

FLAVIO BIZZARRI 5: Ancora secondo, anche da super favorito. Bene in batteria, ci sono tutte le condizioni per fare bene ma i fantasmi tornano ad aleggiare nella sua testa nella seconda parte di gara e resta alle spalle di Pizzini.

LUISA TROMBETTI 7: Migliora di un secondo il personale e conquista un successo di prestigio in una specialità in questo momento non troppo amica per le azzurre.

FILIPPO MAGNINI 7.5: Una vittoria da campione vero. Vuole farli suoi, questi 200 stile e sceglie la tattica perfetta, non forzando troppo nella prima parte e dando tutto nell’ultima vasca per un successo che fa respirare aria fresca al team Giunta dopo giorni di incertezze.

ANDREA M. D’ARRIGO 6: Non è al meglio e si vede ma l’accelerazione non gli manca e mostra nell’ultima vasca quando risale la china, pur senza riuscire ad andare a riprendere chi lotta per iul primo posto.

Lascia un commento

Top