LIVE – Ginnastica, Europei 2015 in DIRETTA – Qualificazioni: a caccia delle Finali! Fasana c’è, Rizzelli in Finale! Eliminate Ferrari e Ferlito

IMG_2986.jpg

Alle 10.30 inizieranno ufficialmente gli Europei 2015 di ginnastica artistica. Alla Park&Suites Arena di Montpellier (Francia) è il grande giorno del turno di qualificazione femminile: 100 atlete in pedana a caccia delle Finali.

Tutto in campo in un mercoledì di fuoco: 10 ore interamente dedicate alla Polvere di Magnesio, praticamente senza alcun tipo di interruzione (ci si fermerà solo per una piccola pausa pranzo nella località occitana).

Protagoniste le big del circuito, un’Italia che vuole recitare un ruolo davvero importante, stelle come Afanaseva e Kharenkova pronte all’assalto e tanto altro ancora. Ci sarà davvero da divertirsi: 24 posti per l’atto conclusivo che incoronerà la nuova Reginetta d’Europa venerdì pomeriggio; 8 posti per ogni specialità. Chi se li prenderà?

 

Non vuoi perderti davvero nulla di questi Europei? Vuoi rimanere costantemente aggiornato su quanto sta succedendo a Montpellier, tra punteggi, super prestazioni e passi decisivi verso le Finali? Rimani incollato a Olimpiazzurra.

Vi proporremo una DIRETTA SCRITTA, con tutti i punteggi, cronaca e commenti. Aggiornamenti minuto per minuto, per non perdersi davvero nulla di questa fondamentale giornata. Ricordiamo che non sono previsti streaming e/o trasmissioni televisive per questo turno di qualificazione.

Per ricevere tutti gli aggiornamenti, cliccate il tasto F5 dei vostri computer o fate refresh sui vostri dispositivi.

 

CLICCA QUI PER TUTTO IL PROGRAMMA di MERCOLEDI’ 15 APRILE

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ORDINI DI ROTAZIONE

 

CLICCA QUI per i RISULTATI DELLA PRIMA SUDDIVISIONE: Ferlito spera nella Finale, comanda Downie

CLICCA QUI per i RISULTATI DELLA SECONDA SUDDIVISIONE: Fasana spettacolo, Ferrari a rischio

CLICCA QUI per i RISULTATI DELLA TERZA SUDDIVISIONE: Kharenkova, Steingruber e big da urlo

Vanessa Ferrari eliminata in qualifica. La Campionessa d’Europa non potrà difendere il titolo

 

Europei 2015 – Mercoledì 15 aprile: programma, orari, tv e dirette

Europei 2015 – Turno di qualificazione: tutti gli ordini di rotazione. Subito l’Italia

Europei 2015 – L’Italia alle caccia delle Finali! 4 azzurre all’attacco

Europei 2015 – Spettacolo in qualifica: cosa aspettarci? Tra big e lotta per le Finali, suddivisione per suddivisione

 

21.01 Grazie cari amici per averci seguito in questa infinita giornata e in queste quasi 11 ore di diretta scritta. A breve il quadro completo con tutte le Finaliste. Domani toccherà agli uomini, venerdì i due all-around, nel weekend le Finali di Specialità.

21.00 TERMINATO IL TURNO DI QUALIFICAZIONE FEMMINILE AGLI EUROPEI

20.55 Ultimi esercizi in corso, ma la situazione è chiara. Definite tutte le Finaliste. Per l’Italia: Erika Fasana al corpo libero (sesta, 14.000) e Martina Rizzelli alle parallele asimmetriche (ottava, 13.866); all-around con Erika Fasana (quarta, 56.040) e Vanessa Ferrari (nona, 54.558).

20.53 Martina Rizzelli è ufficialmente dentro alla Finale di Specialità! Basta il 13.866 per l’azzurra: nono posto complessivo, ma ottavo e ultimo punteggio utile. Solo 2 delle 3 russe che le sono davanti possono partecipare all’atto conclusivo a causa della regola dei passaporti.

20.51 Bulimar 12esima nel generale con 54.198: lontanissima dai suoi livelli.

20.50 Anche la Bulimar è alle spalle di Martina: 13.666 per la rumena.

20.45 Gli ultimi cinque pericoli per Martina Rizzelli: Kristina Pravdina, Kim Janas, Diana Bulimar, Marina Nekrasova. Timore reverenziale per Didi, la Janas può tirare un brutto scherzo. L’azzurra ha la Finale in pugno, ma ora è meglio non parlare.

20.44 Ana fa il suo, ma 13.766 non le basta. Martina Rizzelli è sempre ottava. Ora deve solo guardare l’ultima rotazione dell’ultima suddivisione per poter esultare.

20.42 Ora il pericolo Ana Filipa Martins, dal Portogallo.

20.40 La Pihan è dietrooooo! 13.666 per la polacca (a cui vogliamo un gran bene per tanti motivi), ma festeggiamo perché Martina Rizzelli mantiene il suo ottavo posto. La comasca ora ha la finale di specialità in pugno.

20.38 Marta Pihan conclude il suo esercizio sugli staggi. Attendiamo il punteggio: 13.866 per stare davanti alla Rizzelli.

20.30 La suddivisione vive davvero sull’esercizio della Pihan che vedremo tra pochi minuti. Poi l’ultima suddivisione con le rumene alle parallele non dovrebbe cambiare più di tanti gli equilibri. Si stanno delineando le qualificate alle Finali.

20.27 Jonna Adlerteg non dà il meglio di sè, sbaglio tutto ed è dietro: 12.800 per la svedese, argento due anni fa! Martina Rizzelli è ancora aggrappata alla Finale: deve aspettare Marta Pihan, grande specialista polacca.

20.25 Solo nel 2004 l’Italia conquistò una sola Finale di specialità: Maria Teresa Gargano al corpo libero, poi capace di ottenere la prima medaglia individuale della storia italiana a un Europeo.

20.22 La Adlerteg è pronta per salire sugli staggi, poi toccherà anche alla Pihan. Due esercizi cruciali per la Rizzelli. Se uscirà allora possiamo tranquillamente dire che l’Italia andrà incontro al peggior risultato degli ultimi 10 anni a un Europeo.

20.19 Ora le parallele di Jonna Adlerteg. Esercizio fondamentale per Martina Rizzelli: se la svedese farà più di 13.866, l’azzurra dovrà dire addio al sogno Finale.

20.15 Anche Claire Martin vola alla trave: 14.166, sesta momentaneamente. La francesina fa festeggiare il suo pubblico che porta due atlete alle Finali di specialità. Ora nulla da recriminare per Ferlito e Ferrari.

20.08 Bulimar visibilmente sotto tono: 13.066 al corpo libero. La rumena è lontana dalla sua forma migliore, vedremo se saprà regalare qualcosa di importante a volteggio e parallele. Munteanu 28.033 dopo due attrezzi, anche lei lontana da medaglie e posizioni che contano.

20.05 Andreea Munteanu con 13.800 è ottava al corpo libero e accarezza la Finale.

20.00 Ora speriamo che la Rizzelli mantenga l’ottava posizione alle parallele, ma non sarà facile. Marta Pihan e Jonna Adlerteg sono le avversarie da tenere d’occhio. L’Italia è a rischio una sola Finale di Specialità: peggior risultato degli ultimi 30 anni.

19.59 La seconda rotazione dell’ultima suddivisione regalerà i corpi liberi di Munteanu e Diana Bulimar. Volteggio di Adlerteg e Pihan. Makra alla trave.

19.55 E la bella Marta Pihan incanta sempre. La polacca, già olimpica a Pechino e Londra e tesserata per la Pro Lissone, viaggia al corpo libero: 14.133 con eleganza, quarto posto momentaneo. La Fasana scivola così al sesto posto.

19.53 L’Italia porterà in Finale sicuramente Erika Fasana al corpo libero. Martina Rizzelli è invece aggrappata all’ottavo posto alle parallele. Incrociamo le dita. Fuori dalla trave invece. Per l’all-around Fasana e Ferrari.

19.51 Carlotta Ferlito è fuori dalle finale alla trave. Il 14.233 di Andreea Munteanu ci taglia le gambe.

19.48 Bulimar solo 13.700, fortunatamente dietro alla Ferlito. Che ora deve sperare in una pessima prestazione di Munteanu per andare in Finale.

19.47 La Schaefer sale addirittura al terzo posto, praticamente all’esercizio della vita. Ora si fa terribilmente dura per l’Italia: aspettiamo il responso rumeno…

19.46 Arriva il gran numero di Pauline Schaefer. La tedesca è perfetta alla trave: 14.333, oltre le aspettative. Vanessa Ferrari fuori dalla Finale, Carlotta Ferlito ottava e ora presta il fianco agli attacchi di Munteanu e Bulimar.

19.45 Teja Belak strappa un posto in finale: 14.183, settimo posto momentaneo. Fuori invece l’altra connazionale Tjasa Kysselef (13.433).

19.42 Anche la portoghese Ana Filipa Martins finisce davanti alla Ferrari al corpo libero: 13.566. L’azzurra è decima, ma era fuori dalla finale già da diverso tempo.

19.40 Tiriamo un sospiro di sollievo. L’ungherese Noemi Makra si ferma a 13.600 alle parallele, dietro a Rizzelli che tiene con le unghie e con i denti l’ottavo e ultimo posto utile per la finale.

19.38 Questa notizia è da segnalare. L’azera Pravidina prende 8 punti di penalità! 0.7 il D Score, punteggio finale di 1.133.

19.31 Partite. Ma per le donne più attese dovremo attendere la fine della rotazione, visto che le rumene saranno le ultime a salire sui 10cm.

19.30 La prima rotazione è molto importante in casa Italia. Andreea Munteanu e Diana Bulimar possono seriamente finire davanti a Ferlito e Fasana, al momento al settimo e all’ottavo posto. Sola un’altra rumena può però scavalcarle, visto che davanti c’è già la Iridon.

Al volteggio le slovene Tjasa Kysselef e Teja Belak in caccia della finale. Al corpo libero l’attacco di Marta Pihan all’attacco conclusivo.

19.28 Le ragazze impegnate nella quarta suddivisione stanno ultimando i minuti di riscaldamento.

19.25 Rieccoci cari amici di Olimpiazzurra. Alle 19.30 inizierà l’ultima suddivisione di questa lunghissima giornata dedicata alle qualificazioni femminili.

 

18.37 Grazie per averci seguito anche in questa terza rotazione. A breve cronaca, punteggio e aggiornamenti. Ci risentiamo tra un’oretta per l’ultima suddivisione che concluderà questa infinita giornata di qualifica.

18.35 Situazione in casa Italia. Erika Fasana è quinta al corpo libero (finale in ghiaccio), mentre Vanessa Ferrari non potrà difendere il titolo conquistato lo scorso anno (ora è nona, già eliminata). Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari sono settima e ottava alla trave: denti stretti per strappare la Finale. Martina Rizzelli ha al momento l’ottavo punteggio di qualifica: deve sperare che nessuna le finisca davanti. Fasana quarta all-arounder, Ferrari nona sul giro completo.

18.33 Si è conclusa la terza suddivisione di gara. Ora manca solo la quarta, che inizierà alle 19.30: da tenere d’occhio Diana Bulimar, Andreea Munteanu, Jonna Adlerteg e Marta Pihan.

18.31 Maria Kharenkova è prima con 57.698 punti, sette decimi abbondanti di vantaggio su Giulia Steingruber (56.965). Erika Fasana è quarta con 56.040, dietro a Ellie Downie (56.190). Ora attendiamo Diana Bulimar in quarta suddivisione, ma per l’azzurra si profilano cose interessanti nella Finale di venerdì. Kharenkova e Steingruber strepitose.

18.28 Kharenkova, dopo tre grandi routine, si ferma a 13.866 al volteggio. La russa è in prima nell’all-around, come da pronostico.

18.24 E qui si fa davvero sul serio. Rebecca Downie vuole confermare il proprio titolo alle parallele: 15.233, super 6.7 di difficoltà. La britannica è seconda, otto millesimi di distacco dalla Spiridonova: il duello annunciato è avvenuto a distanza, sabato la resa dei conti. Martina Rizzelli scivola in settima posizione (è ottava, ma abbiamo già tolto una russa per la regola dei passaporti).

18.22 Distante per fortuna la Steingruber: 13.300, dietro alle due azzurre. La svizzera completa l’all-around con 56.965, davanti ad Ellie Downie (56.190) ed Erika Fasana (56.040).

18.18 Subito Giulia Steingruber sulla trave, per completare un grande pomeriggio nel generale. Potrebbe anche centrare cinque finali su cinque. Esercizio da guardare con attenzione per Ferlito e Ferrari: la loro finale di specialità dipende da questa prova e da quelle di Bulimar e Munteanu impegnate in quarta rotazione.

18.15 Bella battaglia al vertice tra Maria Kharenkova e Giulia Steingruber: 43.832 a 43.664 nell’all-around, quando manca una sola rotazione al termine. Per la russa ci sarà però il volteggio, mentre la svizzera salirà alla trave. Dalle due super big Erika Fasana accusa circa due punti di distacco.

18.12 Conclusa la terza rotazione della terza suddivisione.

18.11 Maria Kharenkova: 14.066, 5.9 la nota di partenza. Si piazza subito davanti a Erika Fasana al corpo libero: l’azzurra scivola al quinto posto. Vanessa Ferrari ufficialmente eliminata dalla Finale: la Campionessa d’Europa non potrà difendere il titolo nel weekend.

18.08 Errori di Spiridonova: 12.466 al libero. Ora Kharenkova.

18.06 Ora i due corpi liberi di Spiridonova e Kharenkova: le russe possono eliminare definitivamente Vanessa Ferrari, ma soprattutto Maria cerca un gran risultato dopo trave e parallele da urlo.

18.05 Giulia Steingruber non si scompone alle parallele e sfiora il 14: 13.966 per l’elvetica che sta comandando libero e volteggio. Balza davanti a Martina Rizzelli che scivola così in settima posizione.

18.04 La zampata sempre attesa della bella bionda greca fa scivolare Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari: settimo e ottavo posto. Ora si fa tremendamente dura…

18.03 Il ruggito della Leonessa! Vasiliki Millousi a trent’anni suonati: 14.166 alla trave per la bella greca.

17.58 Fragapane 14.566 sul primo salto al volteggio. La britannica, tra le aspiranti al podio di specialità, esegue anche la seconda prova: 14.200, media di 14.383, quinto posto.

17.55 Questa terza suddivisione si sta confermando la migliore. I grandi nomi presenti non stanno deludendo: Steingruber mostruosa sui suoi due attrezzi migliori, ora attesa dalla difesa su staggi e trave per mantenersi al vertice nel generale. Kharenkova davvero al top: ok la sua trave da over 15, ma aspettarsela così forte anche alle parallele era tutt’altro che scontato. Spiridonova spara la bomba alle parallele. Le italiane iniziano a scivolare ai limite della zona qualificazione (tranne Fasana al corpo libero): bisogna sperare per entrare tra le magnifiche otto…

17.53 Situazione in casa Italia. Carlotta Ferlito e Vanessa Ferrari scivolano rispettivamente al sesto e settimo posto alla trave. Al corpo libero Erika Fasana mantiene la quarta posizione, mentre Vanessa Ferrari è ottava a un passo dall’eliminazione. Alle parallele Martina Rizzelli si conferma al sesto posto. Giulia Steingruber e Maria Kharenkova scappano nel generale, mettendo in chiaro le cose.

17.51 Si è conclusa la seconda rotazione della terza suddivisione di gara.

17.50 Maria Kharenkova c’è! Eccome. Con un magistrale 15.033 sulla sua amata trave che la incoronò Reginetta a Sòfia, balza anche al comando della classifica generale: 29.766, un soffio davanti a Giulia Steingruber (29.699). Da notarsi le elevatissime difficoltà da 6.4 per il talento russo.

17.46 E ora tutti in silenzio per la trave di Maria Kharenkova, con cui si chiuderà la seconda rotazione della terza suddivisione.

17.43 Com’è in forma Giulia Steingruber! La svizzera viaggia verso la riconferma del titolo europeo al volteggio. Due salti bellissimi: 15.366 il primo (6.2), 14.900 il secondo (5.8). Media eccezionale di 15.133 e naturalmente al comando con sei decimi di vantaggio su Ellie Downie. Dopo il primato al corpo libero, l’elvetica si esalta anche alla tavola. Al comando del generale con 29.699 a metà gara, in attesa della trave di Kharenkova.

17.37 Ci si aspettava forse qualcosina in più dal corpo libero di Claudia Fragapane: 13.966 quinto posto. Vanessa Ferrari scivola così all’ottavo posto, ormai fuori dalla Finale.

17.35 La seconda rotazione della terza suddivisione sarà incentrata soprattutto sulla trave di Maria Kharenkova: Campionessa d’Europa di specialità, chiamata a una grande prova per continuare a difendere il titolo e soprattutto per continuare il buon momento nell’all-around.

17.33 Intanto situazione italiane: Carlotta Ferlito è quarta alla trave seguita da Vanessa Ferrari; Erika Fasana quarta al corpo libero, Vanessa Ferrari è settima; Martina Rizzelli è sesta alle parallele. La qualificazione alle Finali è più aperta che mai.

17.30 Iniziata la seconda rotazione. Spiridonova, dopo la bomba alle parallele, si ferma a 13.200 alla trave causa caduta.

17.25 Lo spettacolo si è visto. Botti di Spiridonova e Kharenkova alle parallele; repliche britanniche alla trave con Rebecca Downie e Fragapane; Steingruber gigante al corpo libero, “sorpresa” Wevers. I punteggi si sono notevolmente alzati rispetto alle prime suddivisioni: giudici più buoni col passare del tempo o ginnaste semplicemente diverse?

17.23 Conclusa la prima rotazione della terza suddivisione.

17.21 Se ci si mette pure la Downie: 14.366 alla trave, primo posto davanti alla Wevers. Un quarto d’ora davvero spettacolare che attendavamo da tutto il giorno. Carlotta Ferlito scivola così in quinta posizione (14.058), Ferrari in sesta (13.933).

17.20 Rebecca Downie alla trave per chiudere una prima rotazione davvero bellissima. Sui 10cm Ferlito è scivolata al quarto posto, Ferrari al quinto.

17.18 Cinque minuti di ginnastica pazzesca! Spettacolo di Giulia Steingruber al corpo libero: 14.333 con 6.0 di difficoltà. Praticamente come Erika Fasana, ma senza uscita di pedana. La svizzera si porta al comando della specialità, davanti all’ex Campionessa del Mondo Kseniia Afanaseva (14.266). Erika con 14.000 è quarta, mentre Vanessa Ferrari scivola al settimo posto.

17.17 Claudia Fragapane! La britannica riscatta le ultime uscite deludenti e si esalta alla trave: 14.116, secondo posto dietro alla Wevers. Ora Carlotta Ferlito scivola al quarto posto e la situazione si fa sempre più difficile.

17.15 Numero sorprendente di Sanne Wevers! Certo, conosciamo l’olandese ma ci si aspettava un 14.225 da parte sua? Primo posto alla trave, Carlotta Ferlito scivola in terza posizione.

17.12 Con due sussulti del genere gli Europei entrano davvero nel vivo. Le grandi stelle sono scene in pedana e brillano subito. La Spiridonova conferma di essere ulteriormente migliorata, ormai da over 15 costante. La Kharenkova si è riscoperta su un attrezzo non suo e ora sarà difficile per tutte andarla a riprendere. Ora aspettiamo la trave di Munteanu e il libero di Steingruber, altri due momenti clou di questa suddivisione.

17.10 Esagerataaaa Spiridonova! Il bronzo europeo alle parallele brilla sul suo attrezzo preferito con un esorbitante 15.241 (6.5 il D Score)! I suoi punteggi ai Campionati Nazionali non erano una bufala. Martina Rizzelli scivola al sesto posto.

17.08 Naturalmente questo risultato fa scivolare Martina Rizzelli al quinto posto di specialità: 13.866. C’è ancora tanto da soffrire per poter sperare di gioire.

17.07 Ecco la Kharenkova, ecco la classe che salta fuori agli Europei. La russa giganteggia alle parallele: 14.733 per la Campionessa d’Europa alla trave che mette subito in chiaro le gerarchie a Montpellier. 6.2 le difficoltà, eccezionale anche su questo attrezzo: parte col piede giusto in ottica titolo all-around.

17.03 Partita la terza suddivisione del turno di qualificazione!

17.00 Le ginnaste stanno concludendo i minuti di riscaldamento all’attrezzo.

16.55 Si farà subito sul serio. Kharenkova e Spiridonova alle parallele: la favorita per l’all-around e la Campionessa d’Europa di specialità, nel giro di cinque minuti. Claudia Fragapane e Rebecca Downie partono invece dalla trave. Giulia Steingruber dall’amato corpo libero. Prima rotazione da urlo per questa terza suddivisione!

16.50 Siamo già pronti per partire con l’attesa terza suddivisione! Alle 17.00 si inizia e sarà grande spettacolo: la lotta per le Finali entra nel vivo a Montpellier.

 

16.28 Grazie per averci seguito in questa prima parte di pomeriggio. A breve cronaca, punteggi e classifiche. Ci risentiamo intorno alle ore 17.00 per la terza suddivisione in DIRETTA SCRITTA.

16.25 Ellie Downie prima nel generale tallonata dalla Fasana: vedremo cosa proporranno le altre big nella terza suddivisione. Ksenia Afanaseva e Maria Paseka già in gran forma sui rispettivi attrezzi, la Iridon sorprende tutte alla trave. Ora si inizia a fare i conti.

16.22 Situazione in casa Italia: Erika Fasana seconda nel generale, Vanessa Ferrari quinta nell’all-around. Erika Fasana è terza al corpo libero (14.000, qualificazione quasi certa), Carlotta Ferlito è seconda alla trave (14.058, vicina alla finale), Martina Rizzelli è quarta alle parallele (13.866, finale molto difficile), Vanessa Ferrari è terza alla trave (13.933) e sesta al corpo libero (13.525, difficilmente riuscirà a difendere il titolo).

16.20 Si è così conclusa la seconda suddivisione del turno di qualificazione femminile.

16.19 Erika Fasana 13.841 alla trave e chiude così con 56.040, in seconda posizione provvisoria nel generale. Ellie Downie comanda con 56.190, un soffio davanti all’azzurra. La nostra miglior ginnasta in questo momento può ancora far meglio in Finale: mancano i tre decimi per l’uscita di pedana al corpo libero e anche qualcosa sull’atterraggio al volteggio.

16.17 E un bel ruggito finale di Vanessa: 13.933 sui 10cm, con 5.8 di D Score. Il 54.558 finale la issa di due decimi davanti alle altre due italiane Ferlito e Rizzelli, garantendole la disputa della Finale all-around. Si prende un decimo dalla Thorsdottir e quattro dalla Tinkler, in attesa del punteggio di Erika.

16.15 Sarà poi Erika Fasana a chiudere questa suddivisione con il suo esercizio alla trave. Mentre Vanessa Ferrari attende il punteggio.

16.13 Iridon 14.100 alla trave! La rumena realizza il miglior punteggio della giornata sui 10cm e scavalca Carlotta Ferlito, ferma al 14.058 della mattinata.

16.12 Laura Jurca 12.466 alla trave, per un complessivo 53.332: finisce abbondantemente dietro anche a Rizzelli e Ferlito. Ora è il turno della Ferrari sulla trave.

16.02 Thorsdottir non va oltre a 13.500 alla trave. Giudici severi e un livello non così sbalorditivo come era annunciato, fermano l’olandese sotto i 55 punti (54.683), davanti di soli tre decimi a Rizzelli e Ferlito: insomma, non sarà un fattore per le medaglie. Seconda miglior prestazione europea stagionale sì, ma ai Trials… Oggi il vero responso.

16.00 Si procede abbastanza spedite in questa ultima parte di gara, il cui termine era fissato per le 16.30 (si arriverà un po’ in anticipo). Alle 17.00 inizierà la terza suddivisione con tutte le grandi big internazionali impegnata: lì capiremo i reali valori in questi Europei.

15.56 Inizia la quarta e ultima rotazione della seconda suddivisione. Le italiane, le rumene e le olandesi sono alla trave. Da qui possono arrivare le prime insidie per Carlotta Ferlito.

15.53 Situazione in casa Italia: Erika Fasana va alla grande nell’all-around e si conferma una papabile per le medaglie, oltre ad essere saldamente al terzo posto al corpo libero (14.000); Carlotta Ferlito mantiene il primato alla trave (14.058) e si avvicina alla Finale; Martina Rizzelli è quarta alle parallele (13.866), ma la sua missione si conferma difficilissima. Giornata no per Vanessa Ferrari, sesta al corpo libero e praticamente fuori da Campionessa d’Europa, male anche nel generale: le servirà un 13.7 alla trave se vorrà evitare di essere la peggior italiana.

15.51 Continua alla grande Erika Fasana! 13.766 sugli staggi (quinto punteggio di giornata, alle spalle di Rizzelli) e totalizza un complessivo 42.199. Per il momento è secondo dopo tre rotazioni, alle spalle di Ellie Downie che al mattino aveva totalizzato 42.790 a questo punto della gara.

15.50 Si è conclusa la terza rotazione della seconda suddivisione. Siamo in attesa del punteggio di Fasana.

15.48 Finalmente arriva l’esito. Vanessa Ferrari 13.200 alle parallele: 5.5 le difficoltà e diversi errori. Il complessivo 40.625 ferma l’azzurra al settimo posto all-around (che diventerà ottavo dopo l’esercizio di Fasana). Un pomeriggio tutt’altro che semplice. Al momento anche Martina Rizzelli ha fatto meglio di lei (41.432), ma la bresciana avrà poi dalla sua la trave.

15.47 Ora si fa snervante. Tutti gli altri attrezzi hanno concluso: alle parallele manca ancora il risultato della Ferrari e poi l’esercizio di Fasana.

15.46 Lunga attesa per il punteggio dell’azzurra….

15.44 Mentre Vanessa Ferrari attende il punteggio, Erika Fasana si sta preparando alla salita: è un esercizio importante nelle dinamiche di all-around.

15.42 Ora sugli staggi Vanessa Ferrari!

15.40 La scuola rumena testimonia le difficoltà alle parallele. Jurca 12.800, Iridon 12.166. Laura sale a un complessivo 40.866, dietro a Downie, Rizzelli, Thorsdottir e His dopo tre rotazioni.

15.36 Van Klaveren 12.600 alle parallele. L’olandese ha già dato il suo al volteggio. Ora le due rumene (Jurca e Iridon), poi sarà il turno delle italiane.

15.34 Arriva la conferma dalle parallele: Eythora Thorsdottir è tutt’altro che una big e, per quanto visto oggi, non è un fattore da tenere in considerazione. 13.600 per l’olandese alle parallele e 41.183 nel generale: in entrambi i casi è alle spalle di Martina Rizzelli. Dimostrazione che spesso i punteggi nazionali, soprattutto in alcuni Paesi, lasciano il tempo che trovano.

15.32 Le azzurre intanto meditano in attesa del loro turno alle parallele. Fasana sta disputando una grandissima gara, mentre Ferrari è in difficoltà.

15.31 Horvath e Kysla non vanno oltre dei modesti 12.5 alla trave: Ferlito sempre prima. Scivola invece di una posizione Martina Rizzelli, perché alle parallele Loan His manda in visibilio il pubblico di casa con 14.200: secondo posto per la francese alle spalle del 14.233 della Paseka, mentre l’azzurra è ora al quarto posto.

15.22 Sta per iniziare la terza rotazione della seconda suddivisione. Le italiane saranno impegnate alle parallele e saliranno sull’attrezzo come ultime: prima Ferrari, poi Fasana. Le migliori atlete saranno tutte sugli staggi. Un occhio alla trave con Angelina Kysla, bella elegante e dotata di qualche colpo interessante.

15.20 Nelle prime due suddivisioni va detto che abbiamo visto solo quattro grandi big straniere. Afanaseva, Paseka, E. Downie, Tinkler e, per chi ancora ci crede, Thorsdottir oltre alla specialista Van Klaveren. Il vero metro di valutazione si avrà nella prossima suddivisione: Kharenkova, Spiridonova, Steingruber, Fragapane, Rebecca Downie. Nomi da urlo per capire chi può entrare nella lotta per le medaglie.

15.18 Dunque per il momento l’Italia è ancora in corsa per tre Finali di Specialità con Fasana (libero, quasi sicura), Ferlito (travem molto probabile) e Martina Rizzelli (parallele, difficile ma non impossibile). Vanessa Ferrari sembra ormai fuori dall’atto conclusivo al corpo libero. Per l’all-around non ci saranno naturalmente problemi a portare due atlete, ma vedremo con che punteggio e con che stato d’animo.

15.15 Diamo uno sguardo alle singole specialità. Alla trave resiste ancora il primato di Carlotta Ferlito: 14.058 per l’azzurra che conduce su Ellie Downie (13.891) e Jessica Diacci (13.233). Alle parallele asimmetriche guida ancora Maria Paseka (14.233), con margine su Ellie Downie (13.966) e Martina Rizzelli (13.866). Al corpo libero primeggia Kseniia Afanaseva (14.266), davanti ad Amy Tinkler (14.200) ed Erika Fasana (14.000). Al volteggio primo posto per Ellie Downie (14.549) su Kseniia Afanaseva (14.533) e Maria Paseka (14.416).

15.14 Si è conclusa ufficialmente la seconda rotazione della seconda suddivisione. Ora consueti minuti di riscaldamento all’attrezzo.

15.13 Molto bene Laura Jurca (28.066) mentre la Thorsdottir è ferma a 27.583. Come previsto non ha nelle gambe i punteggioni visti ai Trials olandesi…

15.12 Vanessa Ferrari è invece sotto al suo livello abituale, ma in linea con quanti visto negli ultimi mesi: la mononucleosi ha presentato il suo conto e non è una malattia di facile assorbimento.

15.10 Erika sta svolgendo in maniera eccellente il suo compito. Al corpo libero ha eseguito gli elementi “di base”, commettendo sì un’uscita di pedana che però non dovrebbe costarle carissima. Al volteggio si è confermata sugli standard di questa stagione (a livello internazionale) e a metà gara viaggia sul 28.5. Si va per una prestazione di livello da over 56. Anche se i punteggi alla Park&Suites Arena sono bassi davvero per tutti.

15.08 Erika risponde presente alla chiamata! 14.433 con un salto pulito (piccolo passo in avanti), sale a un complessivo 28.433. Ci siamo! A metà gara è in seconda posizione, alle spalle di Ellie Downie (28.899) che però stamane aveva eseguito volteggio+parallele come prima parte di gara.

15.06 Pronta Erika Fasana per il doppio avvitamento al volteggio, dopo l’eccellente 14.400 di Laura Jurca!

15.05 Per l’olandese 14.008 il secondo e 14.354 la media che la insedia momentaneamente al quarto posto. Specialità comandata da Ellie Downie davanti a Kseniia Afanaseva e Maria Paseka.

15.03 Noel Van Klaveren si esalta sul primo salto al volteggio: 14.700. Ora è pronta per la seconda prova, alla caccia della Finale di Specialità in cui è tra le favorite per una medaglia.

15.02 Thorsdottir non va oltre a 13.783 al volteggio. Olandese tutt’altro che sbalorditiva: una prestazione “normale”, senza grossi picchi. Vedremo nella seconda parte di gara, ma per il momento non è un grandissimo fattore: 27.583 il parziale, terzo posto in proiezione due centesimi meglio di Rizzelli e 16 in più di Ferrari.

15.00 A metà gara (libero+volteggio), Vanessa Ferrari ha totalizzato un complessivo 27.425. In proiezione è alle spalle di Martina Rizzelli che stamane, dopo gli stessi due attrezzi, aveva toccato quota 27.566.

14.58 Vanessa Ferrari sa che sta scivolando in classifica e che la Finale al libero è appesa a un filo. Prova a rialzarsi: 13.900 al volteggio con un avvitamento e mezzo.

14.56 Iniziata la seconda rotazione di gara.

14.56 Sugli altri fronti. Eythora Thorsdottir non sembra una vera mina vagante, anche se è da valutare sugli altri attrezzi. Laura Jurca fa il suo e sta davanti alla Ferrari. Per le francesi poca gloria davanti al pubblico amico. Carlotta Ferlito mantiene il comando alla trave (14.058), Martina Rizzelli il terzo posto alle parallele (13.866).

14.55 L’Italia esce purtroppo ridimensionata. Le condizioni di Vanessa Ferrari sono tutt’altro che eccellenti e non si è purtroppo ripresa completamente dai postumi della mononucleosi. Proverà a rialzarsi sugli altri attrezzi ma, salvo miracoli e tanti errori altrui, è fuori dalla Finale al corpo libero. Troppo poco il 13.525 (5.7) per poter sperare di farsi strada, in un Europeo senza big ma comunque con buone ginnaste. Bene Erika Fasana, nonostante l’importante uscita di pedana: per lei dovrebbe proseguire la rincorsa alle medaglie.

14.53 Si è conclusa la prima rotazione della seconda suddivisione.

14.51 Laura Jurca ottiene 13.666 al corpo libero e fa scivolare Vanessa Ferrari al sesto posto. La Finale è sempre più a rischio per l’azzurra… Mentre Erika Fasana conserva la terza posizione.

14.49 Ormai è palese che i giudici sono abbastanza bassi con i punteggi. Manica molto stretta e si sta andando al ribasso a Montpellier. Capiremo se la sensazione è corretta nel corso della terza rotazione, quella più ricca di big: Kharenkova, Spiridonova, Steingruber (tre Campionesse d’Europa in carica). Se lì non si volerà, allora sarà un turno di qualificazione con punteggi ridotti e accesso alla Finale con risultati inferiori alle previsioni.

14.47 Ora Laura Jurca pronta per il suo esercizio al corpo libero. La rumena è sempre molto costante e può purtroppo stare davanti a Vanessa Ferrari. Nel frattempo 11.866 per la Van Klaveren che commette troppi errori: si riscatterà al suo volteggio dove conquistò una medaglia nel 2013.

14.45 Thorsdottir tutt’altro che sbalorditiva. Il punteggione dei Trials era una delle tante gonfiate che si vedono in campo nazionale. Per l’olandese 13.800 (5.6 la nota di partenza), ma quanto basta per far scivolare Vanessa Ferrari al quinto posto di specialità (13.525).

14.43 Nessuna può per il momento minacciare il 14.058 della Ferlito alla trave che resisterà al comando ancora per diverse rotazioni. Regge anche il terzo posto di Martina Rizzelli alle parallele (13.866).

14.42 Sugli altri attrezzi sta succedendo poco o nulla. Al volteggio da annotare solo il 13.933 della Sankova e il 13.900 della bella Kysla. Al corpo libero sale ora Eythora Thorsdottir: vediamo se l’olandese può davvero dire la sua in questi Europei.

14.40 Vanessa Ferrari, invece, paga ancora uno stato di forma non superlativo e i postumi di una mononucleosi sempre difficile da smaltire. 13.525 è davvero troppo poco per la Campionessa d’Europa, al netto di alcuni errori in fase d’atterraggio sulle varie diagonali. Non sarà facile proseguire la difesa del titolo.

14.38 Convincente la prova di Erika Fasana, al netto dell’uscita di pedana sul salto più complesso. Sarebbe stato un eccellente 14.300 che l’avrebbe spedita al comando, facendole fare da lepre in vista della Finale: meglio fare gli errori oggi, domenica ci si gioca tutto. L’atto conclusivo è in tasca, ma bisognerà comunque guardare le avversarie.

14.37 Le diagonali delle due azzurre. Fasana: Tsukahara avvitato (uscita di pedana), doppio teso, doppio carpio in chiusura. Ferrari: doppio teso, Tsukahara avvitato (passo), doppio raccolto, doppio carpio in chiusura (con passo avanti).

14.34 Erika Fasana c’è e strappa un positivo 14.000, su cui purtroppo pesano tre decimi di penalità per un’uscita di pedana. Eccellente prestazione dell’azzurra, di cui va annotato il rilevante 6.0 di difficoltà. La Finale è a portata di mano, anche se questo punteggio vale solo il terzo posto momentaneo alle spalle di Afanaseva (14.266) e Tinkler (14.200). Vanessa scivola al quarto posto.

14.31 Non è purtroppo la Vanessa dei giorni migliori. Troppo poco il 13.525 che riesce a portare fuori dal quadrato, con il D Score di 5.7. Al momento è già terza alle spalle di Afanaseva e Tinkler: la Finale è molto, molto, molto lontana. Sporcata l’ultima diagonale con un passo avanti. Ora ci aggrappiamo a Erika Fasana.

14.30 Vanessa Ferrari sale sulla pedana. Partito il corpo libero della Campionessa d’Europa!

14.28 Tra due minuti si parte. Vanessa Ferrari è la prima a esibirsi al corpo libero, subito dopo di lei toccherà a Erika Fasana. L’Italia per spingere le sue due stelle verso le posizioni che contano.

14.25 Le ginnaste sono ormai pronte per presentarsi alle varie giurie. La seconda suddivisione sta per partire, gli Europei entrano nel vivo…

14.22 Vanessa Ferrari è invece accreditata di un nuovo esercizio rispetto a quello consueto a cui siamo abituati negli ultimi anni. L’azzurra è Campionessa d’Europa in carica: parte oggi la difesa del titolo conquistato a Sòfia 2014 e tra pochi minuti inizierà la sua decima rassegna continentale. Un record.

14.20 Durante la prova podio Erika ha provato il Chusovitina. Non dovrebbe esibirlo nel turno di qualificazione:  non ce ne sarà bisogno per entrare in finale. L’arma dovrebbe essere usata nelle Finali, alla caccia di grandi medaglie.

14.18 Le big della suddivisione viaggeranno insieme: Ferrari, Fasana, Thorsdottir, Van Klaveren, Jurca e le due padrone di casa sono nella stessa rotazione. Partenza dal corpo libero, dove vivremo subito uno dei clou più attesi del pomeriggio: gli esercizi delle azzurre.

14.16 Ricordiamo il regolamento. Le migliori 24 all-arounder (4 attrezzi) si qualificheranno alla Finale del concorso generale individuale in programma venerdì pomeriggio; le migliori 8 atlete su ciascun attrezzo si qualificano alle Finali di Specialità in programma nel weekend.

14.15 Alle 14.30 incomincerà la seconda suddivisione del turno di qualificazione femminile. Ora le ragazze stanno svolgendo gli ultimi minuti di riscaldamento all’attrezzo.

14.13 Nel frattempo si è svolta la cerimonia d’apertura degli Europei 2015 di ginnastica artistica, proprio come era stata programmata mesi e mesi fa. 39 Paesi partecipanti (solo 33 al femminile), sfilata di bandiera tradizionale.

14.11 Più difficile la situazione di Martina Rizzelli. La comasca si è fermata a 13.866 sulle sue parallele: un punteggio che potrebbe non essere sufficiente per entrare tra le magnifiche 8. Complicata la sua missione, anche se non impossibile. Vedremo le super big che scenderanno nel pomeriggio, ma Martina parte già dal terzo posto alle spalle di Paseka (Russia) ed Ellie Downie (Gran Bretagna): attenzione alla regola dei passaporti.

14.09 Seguiremo anche la rincorsa di Carlotta Ferlito. La siciliana ha realizzato 14.058 alla trave durante la prima suddivisione e si trova in prima posizione: la qualificazione alla Finale di specialità è tutt’altro che in ghiaccio e bisognerà guardarsi le spalle dalle avversarie che saliranno sui 10cm nel corso del pomeriggio.

14.07 L’Italia parte con diverse ambizioni di podio e di medaglia. Naturalmente Ferrari e Fasana dovranno uscire con il maggior numero possibile di Finali e soprattutto con delle prestazioni convincenti. I due posti nell’all-around sono scontati, i due accessi all’atto conclusivo del corpo libero non dovrebbero essere problematici.

 

14.00 Dunque ricapitolando: seconda suddivisione 14.30-16.30; terza suddivisione 17.00-19.00; quarta e ultima suddivisione 19.30-21.30. Bastava lasciare il piano originario, senza allarmare con la nuova schedulazione annunciata ieri, poi dimenticata nella notte.

13.57 Nel frattempo è stata comunicata una nuova rischedulazione delle varie suddivisioni. La seconda inizierà alle 14.30 e non alle 14.00. Si ritorna dunque al piano originario che era stato invece cambiato nel pomeriggio di ieri.

 

13.54 Le altre ragazze da tenere d’occhio in questa seconda suddivisione: l’olandese Eythora Thorsdottir, accreditata di grandi punteggi dopo i Trials Nazionali; la connazionale Noel Van Klaveren, assente a Sòfia 2014 per stare accanto al padre malato di tumore; le due rumene Laura Jurca e Andreea Iridon.

13.52 Questo sarà il decimo Europeo consecutivo di Vanessa Ferrari. Un record davvero strabiliante.

13.48 Nella seconda suddivisione sarà grande Italia. Impegnate Erika Fasana e Vanessa Ferrari. Partiranno al corpo libero: la bresciana difende il titolo conquistato lo scorso anno a Sòfia, la comasca vuole prendersi la finale dopo quella mondiale. Con due esercizi tranquilli non dovrebbero avere grossi problemi a entrare tra le magnifiche otto e giocarsi le medaglie domenica pomeriggio. Entrambe saranno impegnate sui quattro attrezzi: Fasana punta dritta a una medaglia all-around, per la Ferrari dipende dallo stato di forma e se avrà recuperato dalla mononucleosi.

13.46 Dopo la mattina riservata alla prima suddivisione, oggi ci attende una grande scorpacciata di Polvere di Magnesio. Tre suddivisioni per oltre sette ore di spettacolo: dalle ore 14.30 alle 21.30, un non stop di emozioni.

13.45 Rieccoci amici di Olimpiazzurra. Dopo un’oretta di pausa a Montpellier, si è pronti per il lunghissimo pomeriggio del turno di qualificazione femminile agli Europei 2015 di ginnastica artistica.

 

12.11 Per quanto riguarda la DIRETTA SCRITTA ci risentiamo intorno alle 13.45. Alle 14.30 inizierà infatti la seconda suddivisione: in pedana le attesissime Erika Fasana e Vanessa Ferrari.

12.10 Grazie a tutti per averci seguito in questa prima suddivisione. A breve l’articolo con cronaca, punteggi e classifiche.

12.07 Classifica al termine della prima suddivisione. Comanda agevolmente la britannica Ellie Downie (56.190) capace di rifilare un punto netto alla connazionale Amy Tinkler (54.958). Martina Rizzelli riesce a fare meglio di Carlotta Ferlito (54.365 a 54.324): un volatone azzurro, ma per l’all-around punteremo tutto su Ferrari e Fasana, in pedana alle 14.30.

Situazione finali: Carlotta Ferlito comanda alla trave (14.058), ma l’atto conclusivo è tutt’altro che scontato. Martina Rizzelli parte dal 13.866 alle parallele (terzo posto) e deve davvero incrociare le dita per una missione molto complicate.

Kseniaa Afanaseva conduce al corpo libero (14.266), ma non ha eseguito l’Amanar al volteggio. Alla tavola la capolista è Ellie Downie, mentre alle parallele con 14.233 conduce una meravigliosa Maria Paseka sbarcata a Montpellier solo nella giornata di ieri.

12.05 Che bel libero della Tinkler: 14.200, esecuzione magistrale, appena sotto alla maestra Afanaseva. Per le posizioni che contano ci sarà anche lei!

12.03 Amy Tinkler chiude la quarta e ultima rotazione della prima suddivisione. In attesa del suo punteggio, annunciamo la conclusione della prima parte del turno di qualificazione.

12.00 Carlotta Ferlito chiuderà la prima suddivisione al comando sulla sua trave in virtù del 14.058 appena ottenuto, con un esercizio pulito e ben tenuto. La Finale, però, è tutt’altro che certa: sono tante le avversarie che si avvicenderanno nel corso del pomeriggio e il punteggio non può lasciarci tranquilli.

11.58 Carlotta Ferlito supera il muro dei 14. La siciliana ottiene 14.058, con 5.7 di D Score. Giudici di manica stretta (con tutte) in questa prima suddivisione. E’ un punteggio che può portare in Finale, ma che non lascia assolutamente tranquilli.

11.55 Carlotta Ferlito sale sui 10cm.

11.53 Ora mancano solo due esercizi di rilievo a questa suddivisione: la trave di Carlotta Ferlito e il libero di Amy Tinkler. Saranno le ultime a salire sui rispettivi attrezzi, per chiudere col botto questa prima parte di qualificazioni.

11.52 Numero di Maria Paseka alle parallele! 14.233, si issa al comando di specialità e vede la Finale. Fortuna che non doveva partecipare a questi Europei…

11.50 Ellie Downie manca il ruggito finale al corpo libero, attrezzo su cui deve ancora migliorare: 13.400. La britannica completa l’all-around con 56.190. Vedremo, nel corso del pomeriggio, cosa potrà valere questo punteggio sul giro completo.

11.48 Notoriamente la trave della comasca è debole: 12.933. Martina Rizzelli chiude il concorso generale con un complessivo 54.365 e ora dovrà guardare tutte le prossime suddivisioni per sperare in un difficilissimo ingresso nella finale alle parallele.

11.45 Martina Rizzelli sale sulla trave.

11.43 Tutta l’attenzione sarà su Carlotta Ferlito, che insegue una prestazione importante alla trave per conquistare la terza finale di specialità della sua carriera. Martina Rizzelli proverà a difendersi sull’attrezzo a lei meno congeniale. Le britanniche saranno impegnate al corpo libero, con Ellie Downie che vuole piazzare l’ultima stoccata per mettere pressione alle avversarie delle prossime suddivisioni. Maria Paseka alle parallele.

11.40 Ora le ragazze stanno svolgendo i consueti minuti di riscaldamento all’attrezzo, prima della quarta e ultima rotazione che chiuderà questa prima suddivisione. Siamo ben in anticipo sulla tabella di marcia, che prevedeva la conclusione alle 12.30 (sostanzialmente si è guadagnato un quarto d’ora).

11.39 Le azzurre stanno svolgendo una prova lineare. Martina Rizzelli si aspettava qualcosa in più dalle parallele: ora con 13.866 non sarà facile centrare una finale in cui poteva concretamente sperare. Sta facendo bene nel concorso generale, anche se Erika Fasana e Vanessa Ferrari dovrebbero sopravanzarla. Carlotta Ferlito ora punta tutto sulla trave. Brillano le britanniche, Afanaseva prima ma senza giganteggiare al suo corpo libero già iridato.

11.37 Classifica dopo tre rotazioni. Comanda agevolmente Ellie Downie con 42.790: in caso di 14 al corpo libero il punteggio assumerà contorni davvero interessanti in ottica medaglie all-around. Martina Rizzelli è seconda con 41.432, mezzo punto di vantaggio sull’altra britannica Amy Tinkler (40.758). Quarta Carlotta Ferlito con 40.266.

11.35 Si è conclusa la terza rotazione della prima suddivisione.

11.33 Si sta concludendo la terza rotazione della prima suddivisione. In pedana atlete di seconda e terza fascia. Il meglio ci è già stato regalato dalle coppie britanniche, italiane e russe.

11.30 Nel frattempo ricordiamo che Martina Rizzelli è al secondo posto alle parallele con 13.866. Non sarà facile entrare tra le magnifiche 8 ma rimane in corsa fino all’ultimo. Le azzurre sono seconda e terza al corpo libero, ma con 13.400 e 13.233 non hanno speranze: le carte azzurre all’attrezzo sono altre.

11.28 Non c’è stato l’annunciato Amanar di Kseniia Afanaseva (bluff della Rodionenko). La russa ha così eseguito un classico doppio avvitamento valutato con un bellissimo 9.0 di esecuzione (14.800) seguito da un secondo salto da 14.266. La media di 14.533 la pone al secondo posto nella classificata di specialità, a soli 16 millesimi di distacco da Ellie Downie. Per Maria Paseka, invece, una media di 14.416 e il terzo posto: niente male per una che fino a 24 ore fa non doveva nemmeno partecipare agli Europei.

11.27 Ellie Downie non si ferma neanche alla trave è piazza un interessante 13.891. La britannica consolida così il proprio primo posto nel generale: 42.790, 1,3 punti di vantaggio sulla nostra Martina Rizzelli. Carlotta Ferlito è invece a quota 40.266, mezzo punto dietro alla Tinkler.

11.27 Carlotta Ferlito si ferma sotto gli standard della prima parte di stagione e alle parallele totalizza 13.000 (5.4).

11.25 Intanto i pasticci della Tinkler alla trave (12.833) hanno permesso alla Rizzelli di balzare al comando della classifica all-around con 41.432 punti, contro i 40.758 della britannica. Naturalmente in attesa di Ellie Downie, sempre sulla trave.

11.23 Martina Rizzelli si ferma a 13.866. Sempre superlative le sue difficoltà di 6.0, manca qualcosina a livello di esecuzione che le impedisce di sfondare i 14 punti. Ma per quanto si sta vedendo a Montpellier, le giurie hanno un po’ il braccio corto. Difficile fare pronostici con questa prestazione: se varrà per la finale lo scopriremo nelle prossime ore, anche se non sarà assolutamente facile.

11.21 Martina Rizzelli è salita sugli staggi….

11.20 Intanto le ragazze stanno ultimando i consueti minuti di riscaldamento all’attrezzo.

11.18 Terza rotazione di gara davvero scoppiettante. Martina Rizzelli va sulle sue parallele: riusciranno le sue difficoltà a portarla verso un traguardo interessante? Proseguirà la gara di Carlotta Ferlito sempre sugli staggi. Le due britanniche saliranno sull’ostica trave. Al volteggio occhi puntati su Kseniia Afanaseva (due salti, il primo sarà un Amanar) e su Maria Paseka, sbarcata ieri a Montpellier per sostituire Alla Sosnitskaya: la russa è una grande specialista della tavola.

11.16 La classifica a metà gara. Comanda Ellie Downie con un rilevante 28.899, praticamente un punto di vantaggio pieno sull’altra britannica Amy Tinkler (27.925). Subito dietro le due azzurre: Martina Rizzelli (27.566) e Carlotta Ferlito (27.266). Non si è usciti dalle previsioni della vigilia, anche se la Downie sta reggendo un gran passo. Britanniche salite su volteggio e parallele; italiane su corpo libero e volteggio.

11.13 Singmuang 13.466. Si è conclusa la seconda rotazione di gara.

11.10 Si sta per concludere la seconda rotazione della prima suddivisione. L’unico motivo di lieve interesse, prima di trasferirci alla quarta, sono le parallele della svedese Singmuang, buona atleta.

11.08 La seconda rotazione ha così già vissuto tutto il suo meglio, regalandoci l’atteso corpo libero di Kseniia Afanaseva, le parallele delle britanniche, il volteggio delle azzurre. Ora la gara prosegue, ma sempre con atlete di seconda/terza fascia.

11.06 Ellie Downie non sfonda i 14 punti, conquistando solo 13.966. Lo scorso anno fu assoluta protagonista tra le juniores, quest’anno gli staggi un po’ imprecisi non l’hanno aiutata molto. Sua sorella è la Campionessa d’Europa in questa specialità.

11.05 Intanto il punteggio delle italiane a metà gara (corpo libero+volteggio): Martina Rizzelli 27.566, Carlotta Ferlito 27.266. Amy Tinkler, dopo una parallele da 13.300), si è fermata a 27.925. Ora sugli staggi Ellie Downie.

11.03 Non esce un punteggio esagerato per la Afanaseva: 14.266. Eccezionali le difficoltà da 6.1, ma manca ancora un po’ di smalto dopo due anni praticamente fuori tra infortuni e operazioni.

11.01 Ora c’è tutta l’eleganza della meravigliosa Kseniaa Afanaseva al corpo libero.

11.00 Carlotta Ferlito con un avvitamento e mezzo tocca quota 13.866, saltello in avanti in fase d’arrivo.

10.58 Martina Rizzelli promossa dal doppio avvitamento, anche se è dotata di qualche decimo in più: 14.333 per l’azzurra al volteggio, con un passo in avanti in atterraggio. Ora Carlotta Ferlito.

10.56 Ci aspetta una spettacolare seconda rotazione. Sarà il turno di Kseniaa Afanaseva al corpo libero! Le britanniche si trasferiranno alle parallele asimmetriche, loro amato attrezzo, su cui la piccola Downie sfoggerà tutto il suo talento. Le italiane saranno impegnate al volteggio: aprirà Martina Rizzelli, seguita da Carlotta Ferlito. Nessuna porterà in gara i due salti.

10.55 Ora le ragazze stanno concludendo i minuti di riscaldamento all’attrezzo, pronte per iniziare la seconda rotazione di gara.

10.53 Classifica al termine della prima rotazione. Comanda Ellie Downie con 14.933 davanti alla connazionale Amy Tinkler (14.625), entrambe già esibite al volteggio. Le italiane sono quinta e seta: Ferlito con 13.400, Rizzelli con 13.233 dopo l’esercizio al corpo libero. In mezzo la tedesca Pauline Tratz (13.933) e la norvegese Skregelid (13.433) che hanno beneficiato dei punteggi alti alla tavola.

10.50 Si è conclusa la prima rotazione della prima suddivisione. Si viaggia spediti a Montpellier, dove sono appena iniziati gli Europei 2015 di ginnastica artistica.

10.49 Dopo i tuoni delle britanniche e naturalmente l’interesse sulle azzurre, atlete di primissima fascia, la rotazione è calata di intensità e di livello con atlete islandesi, danesi, norvegesi e maltesi che poco hanno da dare all’artistica internazionale.

10.48 Ricordiamo i due esercizi delle italiane che poco fa si sono esibite al corpo libero. Rizzelli: doppio teso, Tsukahara, doppio raccolto, doppio carpio. Ferlito: Tsukahara, doppio raccolto, triplo avvitamento, doppio carpio.

10.45 Le italiane tirano il fiato, pronte per la prossima prova alla tavola. Martina Rizzelli, con un buon doppio avvitamento, può risalire in classifica; Carlotta Ferlito porterà un salto più semplice. 13.233 e 13.400 per le azzurre al corpo libero, senza grossissimi errori.

10.44 Magnifica Ellie Downie! 14.933 sul primo salto al volteggio, poi esegue anche il secondo e totalizza una media di 14.549. La britannica subito in gran luce, alla sua prima uscita internazionale da senior: la Finale di specialità sembra essere congelata e inizia alla grande anche il giro completo.

10.42 Anche per Carlotta Ferlito un punteggio basso: 13.400, ma partendo da 5.1 di difficoltà e con un passo indietro sulla prima diagonale. Inizio un po’ difficile, in termini di risultati, per le nostre due atlete.

10.40 Bomba di Amy Tinkler: 14.625 al volteggio! La britannica inizia a confermare le proprie potenzialità di all-arounder.

10.39 Non ci sono stati errori vistosi per la Rizzelli che ha concluso delle buone diagonali, ma purtroppo non è riuscita a volare come invece le è già capitato al quadrato. Si rifarà al volteggio con il doppio avvitamento mentre Carlotta Ferlito è nel pieno della sua prova.

10.37 Purtroppo il tabellone non è generoso con Martina Rizzelli che si ferma a 13.233 (5.7 la nota di partenza). Ora Ferlito. Sugli altri attrezzi atlete di seconda fascia.

10.35 Martina termina la sua prova e ora attende il punteggio. Subito dopo di lei toccherà a Carlotta Ferlito.

10.33 Martina Rizzelli inizia il suo esercizio!

10.31 Ricordiamo che il resto della suddivisione, oltre alle due azzurre, vivrà sulle prestazione di Kseniia Afanaseva. L’ex Campionessa del Mondo è chiamata a esibire il suo miglior corpo libero e un grande Amanar al volteggio, ma non farà l’all-around. Per il resto occhio alla sorellina della Downie, alla Tinkler e a Maria Paseka che all’ultimo ha sostituito Alla Sosnitskaya, out in prova podio.

10.30 Al corpo libero è Martina Rizzelli ad aprire questi Europei! L’azzurra ha un bel esercizio lineare, anche se la regola dei passaporti vede naturalmente favorite Erika Fasana e Vanessa Ferrari.

10.28 Ormai è tutto pronto per partite. I francesi sono puntualissimi e ci sono già le ragazze che scalpitano per salire sugli attrezzi. Il riscaldamento si è concluso. Ricordiamo che non c’è cerimonia d’apertura: dovrebbe svolgersi solo al termine della prima suddivisione.

10.26 La lotta per le Finali e per le medaglie è più aperta che mai. Il grande spettacolo sarà soprattutto nella terza suddivisione (16.00) quando in pedana ci saranno ben tre Campionessa d’Europa in carica: Kharenkova, Steingruber, Downie. Lì si decideranno sostanzialmente i giochi. L’altra Campionessa d’Europa è Vanessa Ferrari e la vedremo in seconda suddivisione.

10.24 Mancano naturalmente tante big: Aliya Mustafina non difende il titolo conquistato a Mosca 2013; la super favorita Larisa Iordache è a casa per motivi fisici; out anche la vicecampionessa olimpica Vika Komova; rinuncia forzata per Roxana Popa; la Germania è con le seconde linee; la Gran Bretagna deve fare a meno di Ruby Harrold e Rebecca Tunney.

10.22 Il sorteggio non ha certamente aiutato la nostra Nazionale, che gareggerà sostanzialmente al buio e senza sapere i limiti per strappare la qualificazione. Erika Fasana è la più in forma, si presenta dopo il terzo posto prestigioso in American Cup e dopo le bombe di Jesolo dove ha anche sconfitto la Campionessa Olimpica; Vanessa Ferrari è in ripresa dalla mononucleosi, tanti punti di domanda su di lei; Carlotta Ferlito è in grande crescita, può togliersi soddisfazione alla trave; Martina Rizzelli sogna con le sue difficoltà alle parallele. Uscire oggi con 4-5 Finali sembra un obiettivo alla portata delle ragazze di Enrico Casella.

10.20 L’Italia è subito impegnata nelle prime due suddivisioni. Alle 10.30 Carlotta Ferlito e Martina Rizzelli; alle 14.00 Erika Fasana e Vanessa Ferrari.

10.19 Oggi si disputa il turno di qualificazione femminile: 100 ragazze vanno a caccia delle Finali. Ci sono 24 posti per l’all-around di venerdì pomeriggio e 8 posti per ciascun attrezzo, con gli atti conclusivi che si disputeranno nel weekend.

10.18 Montpellier, capoluogo della regione Linguadoca-Rossiglione. Alla Park&Suites Arena della località occitana, da oggi fino a domenica, si disputerà la VI edizione degli Europei individuali di ginnastica artistica.

10.15 Buongiorno amici di Olimpiazzurra. Siete pronti per una giornata infinita? Staremo insieme fino alle 20.30, vivremo le quattro suddivisioni del turno di qualificazione femminile! Gli Europei stanno per iniziare a Montpellier!

 

SGUARDO GENERALE: PROGRAMMA, TV, REGOLAMENTO, ISCRITTE, ROTAZIONI

Europei 2015 – Programma, orari, tv e streaming

Europei 2015 – Tutto il regolamento e la formula: così si arriva in Finale (e si vince)

Europei 2015 – Tutte le ginnaste partecipanti e le iscritte

Europei 2015 – Sorteggiate rotazioni e suddivisioni: Italia sfortunata

Europei 2015 – FOTO: l’Arena di Montpellier è pronta! 

Europei 2015 – Quanto guadagnano le ginnaste? Non c’è montepremi

 

UNO SGUARDO INTERNAZIONALE: BIG, ASSENTI, FAVORITE, ANALISI

Europei 2015 – Tutte le big ai raggi X: che parata di stelle a Montpellier!

Europei 2015 – Quante assenze di lusso: Iordache, Mustafina, Komova e non solo

Europei 2015  – Chi vincerà le medaglie? Favorite e outsider per le Finali: tanti duelli, grande incertezza

Europei 2015 – Medagliate e Finaliste coi punteggi 2015: Italia da sogno, dominio Russia

 

ITALIA: TRA SOGNI E SPERANZE, AZZURRE AI RAGGI X, ANALISI IN CASA

Europei 2015 – Italia, le convocate ufficiali! Vanessa Ferrari recupera e c’è

Europei 2015 – Italia va in prova podio. Fasana addirittura col Chusovitina, Ferrari in ripresa

Europei 2015 – Italia, le tue speranze di medaglie: Fasana sogna, sempre Ferrari, Ferlito c’è e gli uomini…

Europei 2015 – VIDEO: Italia, che storia! Tutte le medaglie azzurre

Europei 2015 – Italia, le tue azzurre ai raggi X: per sognare in grande

Europei 2015 – Italia, tutte le azzurre e i migliori punteggi dell’anno: le top sono…

Europei 2015 – Italia, numeri e statistiche: tutta Olimpica e Mondiale, tra medaglie e ritorni

Europei 2015 – Italia, parte la tua rincorsa! Diario di bordo degli allenamenti

Europei 2015 – Italia, i convocati ufficiali! I veterani all’appello

Lascia un commento

Top