LIVE – Ginnastica, Europei 2015 – Finali in DIRETTA STREAMING: Medagliaaaaaaa! Busnari ce la fa, Rizzelli quinta, Morandi sesto

IMG_2857.jpg

Alle ore 14.30 inizieranno alla Park&Suites Arena di Montpellier (Francia) le Finali di Specialità degli Europei 2015 di ginnastica artistica. 

In pedana tre attrezzi maschili e due femminili, cinque titoli in palio e due ore di grande divertimento. Si profila la super sfida alle parallele tra Daria Spiridonova e Rebecca Downie, il tris al volteggio di Giulia Steingruber dopo il trionfo di ieri nel generale, la forza maschile agli anelli e al cavallo.

L’Italia incrocia le dita con i due senatori Alberto Busnari e Matteo Morandi, incoraggiando anche una bellissima Martina Rizzelli al suo primo atto conclusivo.

 

Volete seguire lo spettacolo? Volete tifare i senatori azzurri e spingerli verso l’impresa?Volete seguire minuto per minuto tutta la gara senza perdervi nulla?

Olimpiazzurra vi terrà compagnia con una DIRETTA SCRITTA secondo per secondo: punteggi, cronaca, commenti per vivere insieme tutte le emozioni della Finale più affascinante.

Potete seguire lo streaming della gara al seguente link http://www.eurovisionsports.tv/ueg/index.html?video_id=20921

Schiacciate il tasto F5 o fate refresh sui vostri dispositivi per ricevere gli aggiornamenti in tempo reale.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ORDINI DI ROTAZIONE

 

Europei 2015 – Sabato 17 aprile: programma, orari, tv, streaming e dirette 

Europei 2015 – Finali di Specialità: tutti gli ordini di rotazione

Europei 2015 – Sabato di passione, Italia con 3 Finali. Senatori per le medaglie, con Rizzelli

Europei 2015 – Finali di Specialità: chi per le medaglie? Due super duelli, 1 gran favorita

 

16.40 Grazie per averci seguito in questo lungo pomeriggio. A breve la cronaca finale, tutte le classifiche, pagelle e approfondimenti vari.

16.36 Riepiloghiamo i titoli. Il britannico Thomas vince il libero maschile, la russa Paseka vince il volteggio femminile, il britannico Smith vince il cavallo, la russa Spiridonova vince le parallele asimmetriche, il greco Petrounias vince gli anelli. Dunque due trionfi per la Gran Bretagna e due per la Russia. Russia prima nel medagliere.

16.35 Daria Spiridonova Campionessa d’Europa alle parallele (15.466). La russa vince la sfida bellissima con la britannica Rebecca Downie (15.233) che non riesce a difendere il titolo. Bronzo a sorpresa per l’olandese Sanne Wevers (14.200). Martina Rizzelli quinta (13.933).

16.34 L’Italia esce bene da questa giornata. Bronzo di Alberto Busnari, Morandi ha dato davvero tutto per un sesto posto, Rizzelli quinta alle parallele.

16.32 Il greco Eleftherios Petrounias è Campione d’Europa agli anelli (15.866), argento in coabitazione per il francese Samir Ait Said (15.566) e il russo Denis Abliazin (15.566). Matteo Morandi conclude in sesta posizione (15.300).

16.30 Spiridonovaaaa! 15.466, esagerata, Campionessa d’Europa alla parallele. Sfila il titolo in faccia alla Downie. Anche lei con 6.7 di difficoltà, ha incrementato di due decimi rispetto alla qualifica e ha chiuso in suo favore. Martina Rizzelli quarta in attesa di Ellie Downie che chiuderà la Finale. Al momento il bronzo è dell’olandese Sanne Wevers.

16.28 L’armeno Vahagn con 15.333 sorpassa Morandi, ora sesto. Attendiamo il punteggio della Spiridonova per decretare la Campionessa d’Europa.

16.25 Ed ecco il volo di Rebecca Downie! 15.233 (6.7) le difficoltà. Riuscirà Daria Spiridonova a sorpassarla? Martina Rizzelli scivola al terzo posto.

16.25 Nulla da ricriminare al nostro bronzo olimpico: ha fatto davvero il suo. Davanti però Petrounias (15.800), Abliazian e Sait (15.566) sono sembrati troppo forti.

16.24 Niente da fare per Morandi. 15.300, quinto posto momentaneo. Peccato. Davanti esagerati, paga anche un decimo in meno di difficoltà rispetto agli attuali medagliati.

16.22 Rebecca Downie sale sugli staggi. La Campionessa d’Europa difende il titolo.

16.21 Azarian orizzontale, rondine, slancio e appoggio a gambe unite, Johanson, Yamawaki, ancora rondine, Akayama, Azarian, appoggio alla verticale, doppio teso con un avvitamento perfettamente stoppato. Esercizio meraviglioso! Speriamo bene.

16.20 Ora sale Morandi! Tutti con lui, spingiamolo verso la missione impossibile!

16.18 Quanti errori per la His. In stallo tante volte, ha rilanciato ma poi ha preferito scendere. Concluderà ultima, con la Rizzelli che sarà seconda dopo cinque atlete. Mal che vada quinto posto.

16.17 Martina Rizzelli conserva la seconda piazza a metà gara dopo il 13.766 della Steingruber. Ora Loan His, poi il duello finale tra le due super favorite.

16.15: Abliazin ottiene 15.566 ed è primo a pari merito con il francese Ait Said.

16.13: l’olandese Sanne Wevers si porta in testa alle parallele con 14.200. Ora la svizzera Steingruber.

16.12: diverse sbavature nell’esercizio di Abliazin, con tanto di passo marcato all’arrivo.

16.10: 15.233 per il britannico Tulloch agli anelli. Ora il russo Abliazin, uno dei grandi favoriti per l’oro.

16.09: 13.933 per Martina Rizzelli, miglior punteggio in questi Europei. E’ momentaneamente al comando.

16.07: 15.533 agli anelli per lo specialista olandese Van Gelder, che resta dietro Ait Said.

16.06: ottimo esercizio per Martina Rizzelli alle parallele asimmetrice, arrivo sporcato da un passettino.

16.05: solo 13.433 per Kharenkova. E’ il momento della nostra Rizzelli.

16.03: il francese Ait Said, pur non perfetto, viene “agevolato” dalla giuria con 15.566. Il fattore campo ha senza dubbio influito.

16.02: cade Kharenkova! Out una delle grandi favorite!

15.59: il primo ad entrare in gara agli anelli è il francese Ait Said. Kharenkova alle parallele.

15.57 Il duello tra Spiridonova e Downie sarà spaziale, Rizzelli per giocarsela in caso di errori altrui, Morandi cerca l’impresa da Leone.

15.56 Ora parallele asimmetriche e anelli. Martina Rizzelli e Matteo Morandi per l’Italia.

15.55 Classifica finale al cavallo con maniglie. Campione d’Europa Louis Smith 15.800, argento per Metreyan 15.333, bronzo per Busnari con 15.200.

15.53 Bronzo per Busnari. L’armeno lo scavalca con 15.333.

15.51 Il calvario è finito! Dopo i quarti posti a Mondiali, Olimpiadi ed Europei, nonno Busna può finalmente festeggiare un traguardo meritato. Vediamo ora se sarà argento o bronzo. Torna su un podio europeo dopo 11 anni: 2002 e 2004, poi il nulla tra tante sfortune.

15.50 Medagliaaaaaaaaaaaa 15.200, Alberto è secondo, è medaglia sicuraaaaa! Finalmenteeeeee

15.49 E’ un esercizio da medaglia! Siamo nelle mani dei giudici.

15.48 Forbice con mezzo giro, Stokli a scendere, mulinello su una maniglia, Stokli e russo, salita e movimento Busnari (G+F), camminata in Thomas, camminata avanti, camminata dietro, uscita con giro 360! C’èèèèèèèèè

15.47 Esce un bellissimo 15.000 per Seligman, secondo posto. Primo sempre Smith con 15.800. Tocca all’Italia.

15.46 Ora tutti con Alberto Busnari che salirà dopo l’uscita del punteggio di Seligman!

15.44 Oleg Stepko 14.666, Busnari lo può passare tranquillamente. Ora Seligman, croato molto pericoloso!

15.42 Ora Oleg Stepko dopo il 14 di Trefilovs.

15.40 Tentennamenti importanti per Trefilovs nel finale di esercizio… Si spiana ulteriormente la strada per Busnari.

15.38 Per Hidvegi 14.900, troppo alto per quanto visto. Comanda sempre Smith con un mostruoso 15.800

15.37 Incertezza sulla salita in verticale finale. Gli costerà caro.

15.35 Caduta di Petrov sul movimento Busnari! Fuori dalla lotta per le medaglie. 13.033 il punteggio. Ora Hidvegi, ungherese pericoloso.

15.32 Il punteggio lo riprova: 15.800, 6.9 la difficoltà. Mostruoso…Ora Petrov, secondo in qualifica.

15.31 Britannico perfetto. Vede subito l’oro.

15.30 Partirà Louis Smith, già medagliato olimpico, primo in qualifica. Busnari salirà per settimo.

15.28 Sono intanto entrati gli uomini del cavallo con maniglie. Tutti con Abe.

15.26 Ma viene rivalutato nuovamente il punteggio di Zapata che diventa 14.900: scivola al quinto posto e il bronzo viene confermato allo svizzero Braegger.

15.25 Ora tutti con Alberto Busnari! Il nostro Cavaliere di Melzo va alla caccia del podio sul suo cavallo con maniglie. Spingiamo l’azzurro verso la tanto meritata medaglia.

15.22 Maria Paseka Campionessa d’Europa al volteggio (15.250). Medaglia d’argento per la svizzera Giulia Steingruber (15.149) che non riesce così nel tris d’oro alla tavola. Bronzo per la russa Kseniia Afanaseva (14.866).

15.21 Kristian Thomas è Campione d’Europa al corpo libero (15.166). Argento per il russo David Belyavskiy (15.066), bronzo storico per lo spagnolo Zapata Santana (15.000) dopo aver rifatto l’esercizio!

15.21 E clamoroso: 15.000 per Zapata che si prende la medaglia di bronzo! Veramente una decisione storica….

15.20 Ellie Downie 14.516, quinto posto finale.

15.18 I giudici fanno rifare l’esercizio a Zapata! Il problema con il computer o con il cronometro aveva evidentemente inficiato la sua prova. Non era mai successo nella storia della ginnastica artistica! Roba da sci alpino.

15.16 Downie 14.833 sul primo salto, proprio come ieri nell’all-around quando respinse l’assalto di Erika Fasana e si prese il bronzo.

15.15 Van Klaveren è quarta con 14.583. Attenzione a Ellie Downie, un bel doppio avvitamento iniziale con un piccolo passo indietro in atterraggio.

15.14 Caduta per il croato a metà esercizio, poi mano a terra nel finale! Si chiama fuori dalla lotta per la medaglie, dopo il gran punteggio della qualifica vinta. Ha sentito veramente la pressione della grande occasione.

15.12 L’olandese non impensierirà la Afanaseva. La Finale al volteggio sarà chiusa da Ellie Downie. Al corpo libero è pronto Korosteljev, al comando della classifica dopo il turno di qualificazione, autentica sorpresa.

15.11 Purtroppo un brutto salto indietro sulla prima prova: 14.700. Deve fare ora la differenza, ma riprendere la Afanaseva sarà dura.

15.10 Giulia Steingruber è seconda: 14.966 per l’Amanar, 15.146 la media. Rimane al comando Maria Paseka con 15.250 che vede il titolo. Ora il turno di Noel Van Klaveren.

15.07 Markovic 14.833 al libero, è quinto. Il tatuatissimo Bart Deurloo, in attesa del punteggio per il secondo salto della Steingruber.

15.05 Steingruber: 15.333 è in linea per vincere. Ha eseguito il doppio avvitamento come secondo salto. Se la gioca fino in fondo con la Paseka. Ma le serve almeno un 15.200 nella seconda prova: difficile…

15.04 Si esalta la Paseka: 15.400 per l’Amanar, media di 15.250 e si piazza la comando. Steingruber chiamata a una grande missione per confermarsi Campionessa d’Europa.

15.03 Attendiamo il punteggio del secondo salto della Paseka. Vediamo se riuscirà a scavalcare la Afanaseva.

15.02 Thomas balza al comando del corpo libero: 15.166. Un decimo netto di vantaggio su Belyavskiy. Ora Markovic, mentre al volteggio si prepara Giulia Steingruber: è la super favorita.

15.01 Meravigliosaaaaaa! Amanar stellare, stoppato sul posto. Magnifica. E ora sì che punta a qualcosa di importante. Ricordiamo che non era nemmeno tra le convocate fino a lunedì pomeriggio. Poi l’infortunio della Sosnitskaya le ha regalato la chiamata.

15.00 L’alta difficoltà (6.4), premia nel complesso la Paseka: 15.100. Vediamo la sua seconda prova.

15.00 Esecuzione sporca del primo. Flick mezzo giro+avvitamento e mezzo, ma gambe flesse e schiena ruotata.

14.59 Afanaseva super 14.500 con eccellente 9.000 di esecuzione e la media recita 14.866. Mette pressione alla Steingruber per l’oro, risultato comunque sicuramente da medaglia. Ora l’altra russa Maria Paseka, già capace di salire sul podio di specialità.

14.58 Buon esercizio per Thomas, ma siamo ancora in attesa del punteggio del secondo salto della Afanaseva.

14.57 Shatilov: 14.933, è terzo al corpo libero. Comanda sempre Belyavskiy con 15.066, quando siamo a metà gara. Ora l’esplosività del britannico Thomas.

14.56 Salto teso con mezzo giro, ma anche in questo caso mette un piede fuori pedana. Due imperfezioni che potrebbero costare molto caro. Prova comunque da medaglia per la Afanaseva.

14.55 Il punteggione c’è comunque: 15.233, anche se poteva puntare tranquilla sul 15.5 se fosse stato tutto perfetto. Ora vediamo il secondo, per provare poi a impensierire la Steingruber.

14.55 Amanar per Afanaseva! Piede però fuori in uscita.

14.54 Teja Belak: 13.216 di media. Ora Kseniia Afanaseva: Amanar o no?

14.52 E purtroppo mani a terra sul secondo salto per la Belak. Chiuderà all’ultimo posto la finale del volteggio. Braegger 14.941 al corpo libero, rimane al comando Belyavskiy con 15.066. Ora è il turno del super specialista israeliano Shatilov, già medagliato.

14.48 Teja Belak cade sul primo salto. Glutei a terra per la ribaltata con un avvitamento. La slovena ha divaricato troppo le gambe, sbagliando l’approccio con la tavola. La bella bionda è una vera specialista del volteggio, ma questo errore le impedirà di andare in caccia della gloria.

14.47 Mentre per Claudia Fragapane 13.700 sul secondo salto e la media di 14.083. Punteggio che non può portarla a medaglia.

14.46 Zapata: 14.200. Comanda sempre Belyavskiy con 15.066, ora lo svizzero Braegger alla sua prima Finale di specialità.

14.45 Massaggi per Zapata a bordo pedana, in attesa del suo punteggio su cui si sta discutendo parecchio. Mentre Braegger è pronto per esibirsi, ma deve aspettare il responso dei giudici sullo spagnolo.

14.43 Anche sul salto teso con mezzo giro è tutt’altro che perfetta. Gambe un po’ flesse, busto in avanti in atterraggio e piegata.

14.42 Infatti l’arrivo le costa un decimo di penalità, 14.466 il punteggio per la britannica. Ora il secondo salto.

14.41 Doppio avvitamento per Claudia Fragapane, ma è uscita in fase di atterraggio. Prenderà la penalizzazione nella prima delle sue tre Finali.

14.41 Mani a terra per il doppio salto teso di Zapata. E’ dovuto andar via di fretta, perché rischiava di uscire fuori tempo e lo ha pagato.

14.40 Camille Bahl: media di 14.066, dopo il secondo salto da 13.333. Ora al corpo libero lo spagnolo Zapata.

14.40 Belyvaskiy 15.066 al corpo libero, come in qualifica.

14.38 Un semplice Tsukahara teso con salto indietro in fase di uscita come seconda prova. L’avevamo apprezzata a Jesolo, già brava qui a prendersi la Finale in casa.

14.37 Un bel 14.800 per la Bahl, 9.0 di esecuzione. Bellissimo salto per la francese che si prepara alla seconda prova.

14.36 Il russo in qualifica si era spinto fino a 15.066 protagonista di un bel esercizio con esercizi di rilievo. Inizia il volteggio con Camille Bahl: doppio avvitamento tra gli scrosci di applausi.

14.34 Belyavskiy, Campione all-around nel 2013 e argento nel concorso di ieri, inizia il proprio esercizio al quadrato.

14.32 La Park&Suites Arena di Montpellier è ben gremita. Il pubblico francese apprezza abitualmente la ginnastica artistica e non si è smentito in questo occasione.

14.31 Sarà il russo Belyavskiy al corpo libero a inaugurare questo nuovo format di gara. Ma prima naturalmente ci saranno i consueti minuti di riscaldamento.

14.30 Gli atleti entrano in pedana! Pronti per presentarsi alla giuria.

14.27 Si incomincerà alle 14.30 con volteggio femminile e corpo libero maschile.

14.25 Giulia Steingruber, nuova Reginetta d’Europa nel concorso generale, cerca lo storico tris al volteggio dopo i trionfi del 2013 e del 2014. Sugli staggi il momento clou: la sfida stellare sopra i 15 tra Daria Spiridonova e Rebecca Downie.

14.24 A Montpellier vedremo applicato, per la prima volta in una competizione internazionale di primissima fascia, il sistema delle Finali alternate. Prima un uomo, poi una donna e via dicendo. Tempi più compressi, si viene incontro al pubblico. Vedremo se i risultati saranno quelli sperati.

14.23 Oggi ci gusteremo, nell’ordine: volteggio femminile e corpo libero maschile; cavallo con maniglie; parallele asimmetriche e anelli.

14.21 Il podio sembra alla portata di Busnari; Morandi è chiamata all’impresa in una Finale dal tasso tecnico esagerato; la Rizzelli farà esperienza, ma se diverse atlete dovessero sbagliare…

14.20 Anelli per il Dog già bronzo olimpico a Londra e Campione d’Europa; cavallo con maniglie per Abe Cavaliere di Melzo, sfortunatissimo e alla caccia dell’agognata medaglia; parallele per la Rizza, alla sua prima finale internazionale di specialità tra le seniores.

14.18 L’Italia si presenta in pedana con ben tre azzurri: i due senatori Matteo Morandi e Alberto Busnari, la prima volta di Martina Rizzelli.

14.15 Buongiorno cari amici di Olimpiazzurra. Ci aspettano oltre due ore di spettacolo a Montpellier: si lotta per le medaglie di specialità.

Lascia un commento

Top