LIVE – Ginnastica, Europei 2015 – Finali in DIRETTA STREAMING: Erika Fasana giù dal podio, trionfo Afanaseva

IMG_2986.jpg

Ultima giornata di gara agli Europei 2015 di ginnastica artistica. Spazio alla seconda parte delle Finali di Specialità. In palio 3 titoli maschili, 2 femminili.

Alla trave super favorita Maria Kharenkova, al corpo libero si preannuncia una gustosa lotta a 4 con Erika Fasana che insegue una storica medaglia, in lotta con Steingruber, Afanaseva e Fragapane.

 

Volete seguire lo spettacolo? Volete tifare Erika Fasana e spingerla verso l’impresa? Volete seguire minuto per minuto tutta la gara senza perdervi nulla?

Olimpiazzurra vi terrà compagnia con una DIRETTA SCRITTA secondo per secondo: punteggi, cronaca, commenti per vivere insieme tutte le emozioni della Finale più affascinante.

Potete seguire lo streaming della gara al seguente link http://www.eurovisionsports.tv/ueg/index.html?video_id=20921

Schiacciate il tasto F5 o fate refresh sui vostri dispositivi per ricevere gli aggiornamenti in tempo reale.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ORDINI DI ROTAZIONE

 

Europei 2015 – Domenica 19 aprile: programma, orari, tv, streaming e dirette

Europei 2015 – Finali di Specialità: tutti gli ordini di rotazione

Europei 2015 – Erika Fasana: Aquila Leonessa per azzannare la medaglia! Si vola al corpo libero

Europei 2015 – Finali di Specialità: chi vincerà? Trave con favorita, libero incertissimo e…

 

16.51 Grazie per averci seguito in questo pomeriggio e in questa lunghissima settimana di Europei. Ora si svolgeranno le premiazioni. A breve cronaca delle ultime Finali, pagelle, medaglieri finali, approfondimenti.

16.49 L’Italia chiude così l’Europeo con una sola medaglia (il bronzo di Alberto Busnari al cavallo con maniglie) e peggiora il computo totale rispetto a Sòfia 2014 (oro di Ferrari) ma anche a Mosca 2013 (due bronzi maschili). Torniamo in casa con tanto amaro in bocca, non concretizzando nulla di quanto ci si aspettava. Doppio quarto posto della Fasana (all-around e libero), quinto posto di Rizzelli alle parallele, eliminazione di Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito in qualificazione.

16.48 Il croato Marijo Moznik è Campione d’Europa alla sbarra, argento al britannico Oldham, bronzo al greco Maras.

16.47 Nulla da fare per l’azzurra, quarta ancora dopo il quarto posto dell’all-around. Manca il bronzo per 16 centesimi. Kseniia Afanaseva torna sul tetto d’Europa dopo 2 anni, già Campionessa del Mondo. Claudia Fragapane medaglia d’argento. La Russia si prende tre ori di specialità su quattro a disposizione. Vittoria del medagliere generale e femminile.

16.45 Afanaseva Campionessa d’Europa! 14.733, Erika Fasana è giù dal podio.

16.44 Shatilov 14.566, quarto. Moznik ancora al comando, ma manca la prova di Tsarevich: la Finale è a 9.

16.43 Precisa la Afanaseva. Nulla da dire. Erika Fasana a serio rischio podio. Ma attendiamo il responso.

16.40 Fragapane prima! 14.633, 6.3 le difficoltà. Un esercizio complessissimo premiato con il primo posto. Chiude Kseniia Afanaseva. Erika Fasana deve sperare che la russa non vada oltre 14.300 per poter conquistare il bronzo.

16.37 Shatilov alla sbarra, per chiudere la Finale. In attesa del punteggio della Fragapane.

16.36 Questo è un esercizio che mette paura a Erika Fasana e potrebbe finirle davanti.

16.35 Tsukahara teso in prima, stoppato. Tabac raccolto, con errore in atterraggio ma mascherato, combinato con salto artistico. Triplo avvitamento in terza, passone indietro. Doppio teso in ultima. Bellissima, alcune sbavature ma alto tasso tecnico. Proprio come nella Finale all-around.

16.33 Amy Tinkler 14.000, quarto posto. Resiste così il secondo posto di Erika Fasana. Claudia Fragapane e Kseniia Afanaseva contro l’azzurra.

16.31 Caduta per Braegger. Oggi sbagliano tutti i favoriti! In attesa del punteggio di Tinkler, fondamentale per la rincorsa di Erika Fasana alle medaglie.

16.30 Maras 14.666, terzo posto alla sbarra. Comanda sempre Oldham con 14.833 su Oldham (14.766). Ora Braegger, primo nel turno di qualifica.

16.28 Ci sono alcune sbavature per la Tinkler, difficoltà inferiori rispetto alla Fasana. 14.200 in qualifica, oggi dovrebbe finire dietro all’azzurra.

16.26 Munteanu 13.866, quinto posto.

16.26 Ora è Italia contro Gran Bretagna. Tinkler e Fragapane nell’ordine all’assalto di Erika Fasana, seconda con 14.300. Al comando Steingruber con 14.466.

16.24 Oldham 14.766, comanda sempre Moznik con 14.833. Sull’attrezzo l’esperto Maras.

16.23 Prova pulita della Munteanu, ma le difficoltà sono semplici. Erika manterrà la seconda piazza in attesa di tre prove fondamentali per l’esito finale: Fragapane, Tinkler, Afanaseva.

16.21 Giulia Steingruber 14.466, anche per lei 6.0 di difficoltà. La svizzera sorpassa Erika Fasana. Peccato…Ora stringiamoci i denti su Afanaseva e Fragapane. Turno di Munteanu.

16.19 Oldham alla sbarra mentre attendiamo il punteggio della Steingruber.

16.18 L’esercizio della svizzera è però davvero eccezionale. Erika Fasana è al comando ma ora rischia concretamente.

16.17 Il punteggio presta il fianco a possibili attacchi. Subito quello di Giulia Steingruber.

16.16 Solo 14.300, difficoltà di 6.0 e non 6.2 come nella Finale all-around. Forse un po’ troppo poco. In sostanza è in linea con la qualifica (14.000, ma tre decimi di penalità per uscita) e con la finale (14.500, ma con i due decimi in più in nota di partenza).

16.15 Non pronunciamoci ancora sull’esercizio di Erika, attendiamo semplicemente il suo punteggio per valutare. La Finale è ancora lunghissima! Afanaseva, Steingruber, Fragapane: tutte temibilissime, ma questa Erika è difficile da battere. Due cadute intanto per Barkalau.

16.14 Il Chusovitina è ormai nelle sue corde, ci sta quel piccolo passettino avanti. Il resto è eccezionale, Tsukahara avvitato magnifico. Attendiamo il punteggio, dovremo aspettare la fine dell’esercizio del bielorusso Barkalau alla sbarra.

16.13 Meravigliosaaaaa Fasana, perfetta, non ha sbagliato nulla! Tsukahara avvitato perfettamente stoppato, Chusovitina con piccolo passo in avanti in seconda, doppia piroetta, bella parte artistica, doppio carpio finale con piccolo passettino Sulla “Toccata e fuga” remix ha incantato la Park&Suites Arena! Attendiamo il responso, ma possiamo sognare.

16.11 Pihan 14.233, attenzione a lei. Erika!

16.10 Thomas termina l’esercizio. Erika Fasana si cosparge di magnesia, attendo il punteggio della Pihan prima di iniziare la sua prova.

16.09 Thomas alla sbarra, viatico per Erika Fasana. Ormai ci siamo.

16.07 Espressiva la Pantera Rosa di Marta. E tra 3 minuti toccherà a Erika Fasana: stringiamoci tutti intorno a lei e spingiamola verso l’impresa.

16.06 Maria Kharenkova si ferma a 13.933 al corpo libero. Pronta per partire la polacca Marta Pihan, olimpica a Londra e Pechino, tesserata per la Pro Lissone.

16.05 Caduta di Augis.

16.04 Moznik 14.833. Sale l’idolo di casa Axel Augis, dopo il bronzo di Claire Martin e l’argento di Ait Said.

16.03 Uscita di pedana sul doppio carpio finale. Per il resto la Kharenkova ha svolto un esercizio tranquillo, ma è visibilmente svuotata per il grave errore alla trave.

16.01 Intanto è iniziata la Finale alla sbarra con la buona prova di Moznik. Si prepara Kharenkova al corpo libero.

16.00 Erika Fasana salirà per terza all’attrezzo, dopo Kharenkova e Pihan. Sarà la prima grande big a presentarsi sul quadrato e fungerà da metro di riferimento. La russa è delusa dal ko alla trave e il libero non è la sua miglior specialità; la polacca è eccellente, ma non dovrebbe poter lottare per le medaglie.

15.59 Oltre a Fasana e Steingruber, attenzione su Kseniia Afanaseva ex Campionessa del Mondo e d’Europa. Si è ripresentata dopo quasi due anni d’assenza, ha vinto il bronzo al volteggio ieri ma sembrerebbe essere infortunata al ginocchio (così dicono dalla Russia, mai fidarsi). Nel lotto delle possibili medagliate anche Claudia Fragapane, fallosa in qualifica ma poderosa nella Finale all-around.

15.58 Dopo l’amaro quarto posto dell’all-around la comasca ha la concreta possibilità di lottare per il podio e per l’oro. Lo scorso anno trionfò Vanessa Ferrari insieme a Larisa Iordache, entrambe assenti in questa occasione. Il bronzo andò a Giulia Steingruber, oggi in pedana e tra le grandi favorite.

15.57 Ora tutti insieme per Erika Fasana. L’Italia si gioca la sua carta da podio al corpo libero! L’esercizio femminile si alternerà con la sbarra, per concludere questi Europei di ginnastica artistica.

 

15.55 L’ucraino Oleg Verniaiev è Campione d’Europa alle parallele (15.866). Argento parimerito per il rumeno Berbecar e lo svizzero Baumann (15.300).

15.52 Munteanu 15.133, rumeno quinto. Verniaiev vicino all’oro, Berbecar e Baumann sono secondi. Manca solo l’esercizio di Pakhnyuk che commette un brutto errore.

15.49 Baumann 15.300, balza al secondo posto. Verniaiev sempre al comando.

15.45 Verniaiev 15.866, primissimo posto per l’ucraino che ipoteca la medaglia d’oro. Ora Baumann.

15.41 Arican 13.833. Ora lo spettacolo del superfavorito Oleg Verniaiev.

15.37 L’azero Stepko piazza 15.266, secondo dietro a Berbecar. Ora il turco Arican.

15.34 Il rumeno Berbecar vola al comando con 15.300. Ora Oleg Stepko.

15.30 Minuti di riscaldamento. Partirà il bielorusso Tsarevich.

15.27 Ora una ventina di minuti dedicata interamente alle parallele pari. Super favorito l’ucraino Oleg Verniaiev, Campione del Mondo di specialità e Campione d’Europa all-around. Poi tra una mezzoretta tutti insieme per tifare Erika Fasana, alla caccia della medaglia al corpo libero.

 

15.26 La rumena Andreea Munteanu è la nuova Campionessa d’Europa (14.366), primo titolo per la Romania a Montpellier. Argento per la britannica Rebecca Downie (14.300). Bronzo per la francese Claire Martin (14.200) che manda in visibilio il pubblico di casa: seconda medaglia per la Francia a questi Mondiali dopo l’argento di Ait Said agli anelli.

15.23 Bellissima eleganza per Claire, scrosci di applausi su ogni suo elemento. Il pubblico vuole festeggiare con la biondina di Francia. Doppio carpio in uscita con passo indietro. Esercizio da medaglia. Per chi l’ha snobbata a Jesolo, ben serviti. Andreea Munteanu sembra però inattaccabile.

15.22 Occasione d’oro per Claire Martin. Serve un 13.900 per prendersi la medaglia di bronzo. Andreea Munteanu ha la vittoria in tasca.

15.21 Attesa per il punteggio della Schaefer, mentre si prepara la francese Martin che chiuderà la Finale alla trave.

15.20 Il russo Nikita Nagornyy è Campione d’Europa al volteggio con 15.099. Medaglia d’argento per il russo Denis Abliazin e per l’ucraino Igor Radivilov (15.083).

15.16 Davtyan quarto con 14.783. Gishard cade sul primo salto e così il podio è definito. Vince il russo Nagorny con 15.099, davanti alla coppia Radivlov/Abliazin (15.083). Tre uomini in 16 millesimi, in una Finale condita da tanti errori. Doppietta russa, con l’aggiunta ucraina. La Russia prende così il largo nel medagliere: 3 ori al momento, la Gran Bretagna rimane ferma a 2.

15.14 E infatti la buona prova della Downie viene premiata con un bel 14.300 (6.0) e si insedia al secondo posto, 6 centesimi dietro alla capolista Munteanu. Ora Pauline Schaefer proverà a sorprendere come in qualifica, terzo mercoledì scorso.

15.12 Mentre Radivilov con 15.083 di media agguanta il secondo posto di Abliazin al volteggio. Sono parimerito, 16 millesimi alle spalle di Nagornyy. Finale spettacolare e intensissima.

15.11 E che bella anche la Downie! Esercizio preciso, solo un piccolo passo in avanti in uscita.

15.10 Fragapane 13.900 (5.6). Al comando sempre Munteanu (14.366).

15.08 In attesa del punteggio della Fragapane, che potrebbe avvicinarsi alla Munteanu, è il turno di Radivilov al volteggio già capace di ottenere successi continentali. Alla trave si prepara Becky Downie, ieri argento alle parallele.

15.06 Per Kristian Thomas media di 14.499 al volteggio, terzo posto. Conduce sempre il russo Nagorny con 15.099 sul connazionale Abliazin (15.083).

15.04 La britannica esibisce un esercizio praticamente perfetto, salva una caduta e fa un bel passo in avanti verso il podio.

15.02 Wevers: 11.900. Comanda sempre Munteanu con 14.366, seconda Millousi (13.266); terza Kharenkova (13.200). Si prepara Claudia Fragapane.

15.00 Medvedev paga cara la prima caduta. L’israeliano è terzo con 13.833. Ora al volteggio Thomas, britannico fresco Campione d’Europa al corpo libero.

14.59 Si sta giocando davvero al ribasso e aumenta il rammarico azzurro. Comanda sempre Andreea Munteanu con 14.366. Fragapane e Downie chiamate alla risposta, ma gli spauracchi Martin e Schaefer possono ora dire la loro.

14.58 L’olandese salva due cadute, ma sulla terza non può fare niente. Piede a terra da una piroetta. Terza caduta su quattro esercizi. La Finale alla trave si conferma un bagno di sangue, come da tradizione.

14.56 Ecco la risposta di Muntenu: 14.366, 6.1 le difficoltà. Primo posto e un passo importante verso le medaglie sicuramente, ma anche verso il titolo. Ora è il titolo della sorpresa olandese Sanne Wevers.

14.55 Grande attesa per il punteggio della Munteanu che volerà al comando della classifica alla trave.

14.54 Glutei a terra per Medvedev sul primo salto: 13.366. Diversi errori in questa prima parte di Finali.

14.52 Nagornyy con 15.099 sorpassa il connazionale Abliazin di soli 16 millesimi e si porta al comando della classifica del volteggio maschile.

14.51 Andreea Munteanu è invece perfetta, salvo un passo in avanti sull’uscita. Ora la rumena farà da guida alla classifica e mette in difficoltà le avversarie.

14.49 Ufficialmente addio al titolo per Maria Kharenkova: 13.200, seconda dietro alla Millousi. Finirà nelle retrovie della classifica. E’ la seconda caduta nelle ultime due grandi competizioni: out in qualifica ai Mondiali, out oggi in Finale agli Europei. Aveva trionfato a Sòfia 2014.

14.48 Super Nagornyy! 15.266 il primo salto, addirittura 9.266 di esecuzione.

14.47 Nonostante l’infortunio Abliazin può sorridere: 15.083 di media, può giocarsela per il podio. Ora l’altro russo Nagornyy.

14.46 Per il resto dell’esercizio la russa è perfetta, ma quanto costerà cara quella caduta. Addio titolo.

14.45 Caduta Kharenkova! L’avevamo detto in sede di presentazione: solo così poteva perdere… Piede a terra da una serie acrobatica indietro.

14.43 Si è fatto male Abliazin sul secondo salto! Esce zoppicando di pedana. Intanto 13.266 per Millousi, paga la caduta in uscita.

14.41 Abliazin mette un piede fuori pedana sul primo salto. In attesa del punteggio della Millousi.

14.39 Intanto 13.666 per Faehrig, ora è il turno di Abliazin. Sui 10cm si sta preparando Maria Kharenkova: toccherà subito a lei, per mettere in chiaro le cose.

14.38 Al termine di un bel esercizio alla trave, la greca cade in uscita. Bassa di linea, incrocia male i piedi, va giù con le ginocchia a carponi. Peccato. Prova di gran rilievo, anche in termini di difficoltà, sporcata solo in conclusione.

14.36 L’atleta tedesco viene valutato con 13.300 e si prepara al secondo salto. Poi Vasiliki Millousi per aprire la trave.

14.35 Bruttissima caduta di Faherig! Salto al volteggio, cade sulla sua spalla e precipita fuori dal materassino!

14.33 Presentazioni concluse, tra un paio di minuti inizia la lotta per le medaglie! Non vedremo purtroppo Carlotta Ferlito alla trave: la tanto discussa qualificazione ha escluso l’azzurra dall’atto conclusivo per solo un decimo di punto. Un vero peccato perché oggi se la sarebbe potuta giocare tranquillamente.

14.32 Nel frattempo anche le ragazze si presentano alla giuria dei 10cm, prima di procedere al riscaldamento. Oro scontato, ma argento e bronzo sono davvero incertissimi!

14.31 Si inizia con il volteggio maschile e con la trave. Aprirà il tedesco Mathias Faehrig in un atto conclusivo davvero molto incerto. Ma prima naturalmente i consueti minuti di riscaldamento all’attrezzo.

14.30 Il palazzetto di Montpellier ha risposto alla chiamata della Polvere di Magnesio durante tutta la settimana e in questa domenica non è stato da mano, praticamente gremito in tutti gli ordini di posto.

14.29 Gli atleti sono pronti per entrare alla Park&Suites Arena!

14.27 Maria Kharenkova è la super favorita per il trionfo alla trave. La russa, argento nell’all-around, difende il titolo sui 10cm conquistato a Sòfia 2014.

14.25 Puntiamo tutto sulla comasca che ha le carte in regola per farci sognare. Proviamo a non chiudere l’Europeo senza medaglie femminili. Venerdì la 19enne è stata quarta nel concorso generale a 15 centesimi dal podio.

14.24 Erika Fasana partirà dal 14.5 della finale all-around, 14.000 in qualifica. Ha ormai un super Chusovitina per inseguire il podio. Lo scorso anno Vanessa Ferrari si laureò Campionessa d’Europa, bissando il trionfo del 2007 e gli argenti 2006 e 2009. In precedenza solo Maria Teresa Gargano (bronzo nel 2004) aveva portato l’Italia sul podio del quadrato.

14.22 Sono sostanzialmente tre i momenti clou del pomeriggio. L’assolo di Maria Kharenkova alla trave chiamata al solito over 15, la lotta a 4 per il titolo al corpo libero con la nostra Erika Fasana che sogna un traguardo storico, le parallele pari di Oleg Verniaiev.

14.20 Nell’ordine ci gusteremo: volteggio maschile e trave; parallele pari; corpo libero femminile e sbarra. Confermato il format alternato: prima un uomo, poi una donna.

14.15 Buongiorno amici di Olimpiazzurra. Ci aspetta un pomeriggio scoppiettante a Montpellier, dove oggi si concludono gli Europei 2015 di ginnastica artistica.

Lascia un commento

Top