Liegi-Bastogne-Liegi 2015: le pagelle dei protagonisti. Valverde tris d’autore, Nibali deludente

CDQVaQWW0AAn5bO1.jpg

La Decana delle Classiche Monumento. La Liegi-Bastogne-Liegi, giunta alla 101ma edizione, sempre spettacolare con le sue cotes. Negli ultimi anni però si è sempre decisa all’arrivo di Ans ed anche oggi è stata così: tripletta per Alejandro Valverde che batte Alaphilippe e Rodriguez. Andiamo a vedere le pagelle dei protagonisti.

Alejandro Valverde, voto 10: arriva il tris per il fenomenale corridore spagnolo, che con il passare degli anni sta migliorando sempre di più. Tattica di corsa perfetta: non spreca energie fino al muro finale, dove prima lascia andare Moreno, poi parte ai -500 e chiude con la solita stoccata in volata. Arriva il bis con la Freccia Vallone, conquistata pochi giorni fa.

Julian Alaphilippe, voto 9: il 22enne francese continua a stupire. Ha iniziato la settimana delle Ardenne da sconosciuto o quasi e l’ha conclusa da vero e proprio protagonista (il più forte dopo un fantastico Valverde). L’Etixx-QuickStep non può contare su Kwiatkowski, ma ha l’alternativa pronta: volata finale formidabile che per poco non beffa l’Embatido.

Joaquin Rodriguez, voto 7: non si vede per tutta la corsa, ad Ans si mette a ruota di Valverde ma non riesce ad uscire, anzi, si fa passare anche da Alaphilippe, chiudendo terzo. Doveva attaccare prima.

Rui Costa, voto 7: il portoghese della Lampre, campione del mondo di Firenze 2013, si destreggia bene sulle cotes belghe, chiudendo ai piedi del podio. Discreta prova.

Roman Kreuziger, voto 7: il ceco della Saxo Tinkoff attacca ad una ventina di chilometri dal traguardo insieme a Fulgsang e Caruso, poi sull’ascesa finale si difende e chiude al quinto posto.

Domenico Pozzovivo, voto 7: è il migliore degli azzurri. Il lucano dell’AG2R cambia schema tattico rispetto al 2014, questa volta resta al coperto e si fa vedere solo ad Ans, dove non riesce però ad uscire in volata. Discreta la forma per il Giro.

Vincenzo Nibali, voto 5: lo Squalo dello Stretto fa fare corsa dura alla sua Astana, ma quando prova ad uscire allo scoperto rimbalza e si stacca dal gruppo principale. Ci si aspettava molto di più, non basta il 13mo posto finale.

Giampaolo Caruso, voto 7,5: se Pozzovivo è il meglio piazzato degli azzurri, Caruso è il più forte. Il siciliano va allo scoperto a 20km dal traguardo, poi, quando viene ripreso dal gruppo, fa un grandissimo lavoro per i suoi compagni che non riescono a concretizzare.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Twitter Movistar

Lascia un commento

Top