Hockey ghiaccio, Mondiali I Divisione 2015: Kazakistan super favorito, Italia terza forza

Anton-Bernard-Hockey-Carola-Semino.jpg

Kazakistan a parte dovremmo potercela giocare con tutti. Inizia domani l’avventura del nuovo Blue Team di coach Stefan Mair, impegnato a Cracovia nel Mondiale di Prima divisione Gruppo A. Età media di 27 anni, Morini, i fratelli Zanatta, Andergassen, Frei e Frigo al primo mondiale, l’Italia non ha uno sniper in avanti in grado di fare la differenza ma tanti buoni giocatori che avranno l’opportunità di crescere in questa settimana. Il sempre moderno motto “difesa e contropiede” sembra dunque calzare a pennello per una squadra che punterà molto sulla condizione di Andreas Bernard, senza dubbio uno dei migliori goalie della rassegna iridata. Oltre ai kazaki, apparsi un gradino sopra gli azzurri nei test match disputatisi a Trento e Asiago, l’Italia se la vedrà con Ungheria, Polonia, Ucraina e Giappone.

A puntare con decisione alla promozione sono soprattutto i magiari allenati da Rich Chernomaz. Il blocco del Sapa Fehervar (squadra EBEL) è stato rinforzato dagli attaccanti canadesi Frank Banham e Andrew Sarauer, diventati ungheresi (per meriti sportivi) a tutti gli effetti qualche settimana fa. Un segnale chiaro della voglia dell’Ungheria di tornare in quella Top division che manca dal 2009.

Attenzione anche i padroni di casa polacchi. Scivolati al 25° posto del ranking nel 2014, la squadra di Jacek Plachta non ha entusiasmato nelle amichevoli pre-mondiali con la Gran Bretagna, entrambe perse con due reti di scarto. Non sarà tuttavia da sottovalutare il fattore campo Tauron Arena, impianto gioiello da 15.000 posti che potrebbe dare quel qualcosa in più ai biancorossi. Da segnalare inoltre la presenza del 38enne Leszek Laszkiewicz, vecchia conoscenza dell’hockey milanese.

Obiettivo salvezza invece per Ucraina e Giappone, avversari sulla carta inferiori all’Italia che si giocheranno la permanenza nel gruppo A nello scontro diretto.

Foto Carola Semino

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top