Golf: i Big Three in difficoltà, ma Rio 2016 è al sicuro

Francesco-Molinari-EduardoMolinari-matteo-Manassero.jpg

I risultati, da due anni a questa parte, stentano ad arrivare. Ci sono stati piazzamenti importanti, tornei di alto profilo giocati splendidamente dai fratelli Molinari nel 2014, certo, ma non abbastanza per riportarsi sui livelli stellari di inizio decennio. Una vittoria in una gara importante (tralasciando, quindi, quella comunque significativa di Crespi in Spagna lo scorso aprile) manca ormai dal maggio 2013, quando Matteo Manassero riscrisse la storia a Wentworth, nel BMW PGA Championship. Sembrava solo un’altra tappa gloriosa dell’ascesa azzurra, invece la crescita si è fermata lì. E non è stata mai più ripresa, almeno per il momento.

Manassero, inoltre, è un po’ simbolo del periodo difficile in cui si ritrova il golf italiano. Nel tentativo di migliorare la tecnica, soprattutto nel gioco lungo, il veronese ha completamente perso il bandolo della matassa, ritrovandosi a vagare nei bassifondi delle classifiche dei tornei da diversi mesi a questa parte. Un crollo verticale sotto tutti i punti di vista che, al solito, il ranking mondiale certifica meglio di qualunque altra statistica: dal 26esimo posto raggiunto dopo il successo di Wentworth, il veronese si ritrova oggi al 250esimo posto, lontano anni luce da quell’élite in cui si credeva fosse già entrato. Il potenziale, naturalmente, resta immenso. Ma servirà tempo per risalire la china e ritornare a far compagnia a Francesco Molinari, che resiste al 66° posto della classifica ma la cui continua discesa degli ultimi tempi gli ha precluso l’accesso al WGC – Cadillac Championship prima e, soprattutto, al Masters poi. Chicco esprime il meglio del suo gioco soprattutto nel mese di maggio, quando anche Edoardo Molinari potrebbe entrare maggiormente in forma. Dodo, finora, ha deluso le aspettative. Dopo un 2014 che lo aveva rispedito nella Top 100 mondiale (con annesso settimo posto all’Open Championship), il maggiore dei fratelli ha bruscamente interrotto la rincorsa nella prima parte di 2015, scivolando in 135esima posizione nel ranking. Un segnale, insomma, è atteso anche da lui.

Un ranking quantomai importante di questi tempi, perché i punti della classifica mondiale (calcolati dal 14 luglio 2014 fino all’11 luglio 2016) delineeranno i sessanta giocatori per le prossime Olimpiadi di Rio, quando il golf ritornerà ai Giochi a 112 anni dall’ultima volta (St. Louis 1904). Nonostante le acclarate difficoltà dei nostri, i criteri di qualificazione (clicca qui per saperne di più) permetteranno (quasi) sicuramente a due italiani di partecipare, con relativa tranquillità anche se il ranking dovesse restare pressoché quello attuale. Basti pensare che l’ultimo qualificato, il malese Danny Chia, si attesta attualmente al 358esimo posto del ranking mondiale…

I 60 qualificati al 16 aprile

1
Rory McIlroy
IRL
2 Jordan Spieth USA
3 Henrik Stenson SWE
4 Bubba Watson USA
5 Jason Day AUS
6 Dustin Johnson USA
7 Adam Scott AUS
8 Justin Rose GBR
9 Sergio Garcia ESP
10 Jim Furyk USA
11 Hideki Matsuyama JPN
12 Martin Kaymer GER
13 Victor Dubuisson FRA
14 Ian Poulter GBR
15 Graeme McDowell IRL
16 Louis Oosthuizen RSA
17 Anirban Lahiri IND
18 Charl Schwartzel RSA
19 Bernd Wiesberger AUT
20 Joost Luiten NED
21 Thongchai Jaidee THA
22 Alexander Levy FRA
23 Thomas Bjorn DEN
24 Miguel Angel Jimenez ESP
25 Francesco Molinari ITA
26 Mikko Ilonen FIN
27 Marcel Siem GER
28 Graham DeLaet CAN
29 Koumei Oda JPN
30 Jonas Blixt SWE
31 Sangmoon Bae KOR
32 Brendon de Jonge ZIM
33 Angel Cabrera ARG
34 Emiliano Grillo ARG
35 Thorbjorn Olesen DEN
36 Seung-Yul Noh KOR
37 Carlos Ortiz MEX
38 Kiradech Aphibarnrat THA
39 Fabrizio Zanotti PAR
40 Camilo Villegas COL
41 Edoardo Molinari ITA
42 Nicolas Colsaerts BEL
43 David Hearn CAN
44 SSP Chawrasia IND
45 Thomas Pieters BEL
46 Danny Lee NZL
47 Hao Tong Li CHN
48 Antonio Lascuna PHI
49 Felipe Aguilar CHI
50 Ryan Fox NZL
51 Vijay Singh FIJ
52 WC Liang CHN
53 Jhonattan Vegas VEN
54 Robert-Jan Derksen NED
55 Angelo Que PHI
56 Adilson da Silva BRA
57 Mark Tullo CHI
58 Siddikur Rahman BAN
59 Chan Shih-chang TPE
60 Danny Chia MAS

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla pagina dedicata al golf!
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top