Giro di Romandia 2015: tappa e maglia per Michael Albasini

albasini3.jpg

La seconda tappa del Giro di Romandia, 168,1 km da Apples a Saint-Imier, va allo svizzero Michael Albasini (Orica GreenEdge), che conquista anche la vetta della classifica generale.

Quattro i GPM da affrontare, tre di 2a categoria, uno di 3a. Fuga della prima ora che vede impegnati lo svizzero Jonathan Fumeaux (Iam Cycling) ed il russo Maksim Belkov (Katusha). La coppia di testa, che raggiunge un vantaggio di 3’24” a 50 km dal termine, è ripresa ai -22 km dall’arrivo. A questo punto il leader della classifica Geraint Thomas (Sky) incappa in una foratura e viene atteso dal compagno di squadra Peter Kennaugh. L’incidente meccanico del britannico incendia la corsa: si susseguono gli scatti all’imbocco del decisivo Col de la Vue des Alpes.

Esce dal gruppo in solitaria il francese Fabrice Jeandesboz (Europecar), su cui si riportano il colombiano Winner Anacona (Movistar), l’italiano Ivan Santaromita (OricaGreenEdge), il belga Bart De Clercq (Lotto) ed il russo Egor Silin (Katusha). Dietro tiene altissima l’andatura del gruppo Michele Scarponi (Astana), seguito a ruota dal capitano Vincenzo Nibali. In scia allo Squalo anche un brillante Chris Froome (Sky). Il gruppo torna compatto. Niente da fare, invece, per Thomas, non riuscito a rientrare malgrado il grande lavoro di Kennaugh: il britannico transita al GPM con 1’30” dalla vetta, salvo perdere ulteriormente terreno nel finale.

In discesa si avvantaggia l’estone Rein Taaramae (Astana), ma dietro Tony Martin (Etixx) tira a tutta e non concede spazio. Il ciclista dell’Est Europa viene tenuto a bagno maria dagli inseguitori, con un vantaggio massimo di 10″. Completamente piatti gli ultimi 8 km. Taaramae viene ripreso a -2 km dal traguardo. A giocarsi il successo circa 50 corridori. Lo sprint finale vede una volata perentoria da parte di Michael Albasini (Orica GreenEdge): lo svizzero precede il colombiano Jarlinson Pantano (Iam Cucling) ed il francese Julian Alaphilippe (Etixx). Sesto il primo degli italiani, Damiano Caruso (Bmc); ottavo Santaromita. Quest’ultimo è secondo in classifica generale a 10″ da Albasini.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Orica GreenEdge

Lascia un commento

Top