Giro delle Fiandre 2015: le pagelle della corsa. Kristoff sovrano, Etixx sconfitta

CBcrLs0UkAAFOiD1.jpg

Primo successo norvegese al Giro delle Fiandre. Nella 99ma edizione della Corsa Universitaria del ciclismo si è imposto Alexander Kristoff, al termine di un’azione portata avanti in modo straordinario. Andiamo a vedere le pagelle della corsa odierna.

Alexander Kristoff, voto 10: dopo quello che ha fatto vedere alla 3 Giorni di La Panne, il norvegese della Katusha poteva essere considerato uno dei grandi favoriti per la Ronde e non ha deluso le attese. Non è un semplice velocista: segue Terpstra in un attacco forse azzardato a circa 30km dal traguardo, gestisce al meglio le proprie forze e finalizza perfettamente in volata, conquistando la seconda Classica Monumento dopo la Sanremo del 2013. Fenomenale.

Niki Terpstra, voto 7,5: l’olandese della Etixx-QuickStep non riesce nell’impresa di bissare l’impresa dello scorso anno alla Parigi-Roubaix, ma ci va davvero vicino. Sfrutta la superiorità numerica in gruppo per andare all’attacco, ma purtroppo si ritrova il compagno di fuga sbagliato, nettamente il più forte di giornata. Forse sbaglia nel collaborare troppo, ma comunque arriva un gran secondo posto che lo riconferma tra i più forti nel lotto sulle pietre.

Greg Van Avermaet, voto 7: ancora una volta piazzato. Il belga della BMC perde l’attimo quando vanno all’attacco Kristoff e Terpstra ed è costretto ad inseguire per i restanti 30km. Parte con Sagan sul Paterbeg ma ormai è troppo tardi e deve accontentarsi del terzo posto finale.

Peter Sagan, voto 6,5: viste le immense qualità che ha a disposizione lo slovacco, arriva un’altra delusione. Non lo si vede quasi mai in testa al gruppo, ma sull’ultimo muro scatta alla grande, salvo poi calare alla distanza. Il quarto posto di oggi non lo accontenterà di certo.

Tiesj Benoot, voto 7,5: prima vera stagione da professionista per il 21enne belga della Lotto-Soudal che mette in scena una prova strepitosa, conquistando un fantastico quinto posto nella Corsa Universitaria. Nonostante i gradi di gregario, riesce a ritagliarsi un suo spazio e può davvero gioire all’arrivo.

Etixx-QuickStep, voto 5,5: con tutti i fenomeni che si ritrova in squadra, non è possibile che non riescano (quasi) mai a vincere in corse adattissime alle loro caratteristiche. Tattica sbagliata? Sfortuna? Terpstra si arrende a Kristoff, Stybar chiude nono. Ci riproveranno alla Roubaix.

André Greipel, voto 8: sempre attivo il campione tedesco, che esce dal gruppo già a 150km dal traguardo. Il teutonico della Lotto-Soudal fa di tutto per andare in fuga, non ci riesce e dà comunque una gran mano ai compagni di squadra.

Daniel Oss, voto 7: discreta la prova del trentino che si mette a disposizione di Van Avermaet, chiudendo poco fuori dalla top-10. Troverà più spazio alla Roubaix?

Filippo Pozzato, voto 7: anch’egli non riesce a centrare la top-10, ma comunque si fa vedere spesso attivo, riscattando le delusioni dei tempi recenti.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: Twitter Team Katusha

Lascia un commento

Top