Ginnastica, Europei 2015 – Il giorno della Reginetta! Chi salirà sul tetto del Continente?

Collage-aa-montpellier.jpg

È il giorno dell’Incoronazione. Si sceglie la Reginetta. Quest’anno è il tradizionale venerdì 17 (per chi è scaramantico) a incoronare la Campionessa d’Europa, la numero 1 del continente, la padroncina della Polvere di Magnesio. È il giorno del concorso generale individuale, l’emblema della ginnastica artistica.

Alla Park&Suites Arena di Montpellier alle 14.00 (diretta tv su RaiSport; diretta scritta e streaming su Olimpiazzurra) parte la caccia al titolo conquistato due anni fa da Aliya Mustafina. La Zarina non difenderà il titolo, la superfavorita Larisa Iordache è rimasta a casa per curare dei problemi fisici e allora spazio a tantissime outsider.

 

Il turno di qualificazione ha parlato chiaro. Sarà sostanzialmente una sfida a cinque: Maria Kharenkova, Giulia Steingruber, Ellie Downie, Erika Fasana, Claudia Fragapane.

La russa ha vinto il turno di qualifica. Possiede una trave strepitosa da over 15 (non a caso è la Campionessa d’Europa di specialità), si è riscoperta magnifica anche alle parallele, ben si difende al corpo libero e al volteggio non ha grossi problemi (anche se in qualifica è andata sotto i 14 punti).

La svizzera è davvero in forma smagliante! L’altro ieri è stata la migliore in assoluto al corpo libero (14.333) e al volteggio (15.366): due botti che potrebbero spingerla davvero in cima al Vecchio Continente. Considerando che è caduta dalla trave (13.300), lotterà fino in fondo per l’oro. Giulia e Maria sono separate da 7 decimi: ne vedremo davvero delle belle!

 

Ellie Downie ed Erika Fasana partono leggermente più indietro e sembrano le favorite per la medaglia di bronzo. Un decimo e mezzo le ha separate nel turno di qualificazione. La britannica, al primo anno da senior dopo una bella carriera tra le under 16, ha un’occasione importante: eccezionale volteggio con potenziale 15, possiede delle super parallele ma in qualifica non è riuscita a brillare (13.966), si difende bene alla trave ma paga qualcosa al corpo libero.

L’azzurra è davvero in un momento d’oro e ha tutte le carte in regola per riportare l’Italia sul podio all-around: sarebbe la seconda azzurra a riuscirsi dopo il trionfo di Vanessa Ferrari ad Amsterdam 2007. Partirà dal volteggio: doppio avvitamento da migliorare rispetto alla qualifica, spingersi sul 14.8 del Mondiale per mettere subito le cose in chiaro. Servirà poi una strenua difesa a parallele e trave: in questi primi mesi di stagione è sempre sull’orlo del 14, ottima base per poi sparare tutte le cartucce al corpo libero. L’attrezzo di punta, su cui domenica inseguirà una medaglia, le offrirà la chance per l’assalto finale. Le difficoltà si decideranno al momento, proprio per sognare.

 

Attenzione a un possibile rientro di Claudia Fragapane. La britannica, reduce dal 55.031 della qualifica, è attardata di un punto da Erika ed Ellie ma può e deve migliorare le sue parallele. Anche il corpo libero ha deluso (uscita di pedana). Indubbiamente è da tenere d’occhio anche se è un po’ troppo discontinua.

Daria Spiridonova è caduta due volte in qualifica. Con delle parallele da urlo e da over 15 potrebbe dire la sua ma dovrà essere precisa e continua se vorrà conquistare un traguardo importante.

Ana Filipa Martins, Eythora Thorsdottir, Marta Pihan, Martina Rizzelli, Diana Bulimar. Saranno le altre ginnaste che lotteranno per la top ten e per i diplomi delle otto ma difficilmente impensieriranno il quintetto di testa.

 

Articoli correlati:

Europei 2015 – Venerdì 17 aprile: programma, orari, tv, streaming e dirette

Europei 2015 – Tutti gli ordini di rotazione della Finale All-Around

Europei 2015 – E’ il giorno della Reginetta! Chi salirà sul trono del Continente?

Europei 2015 – Erika Fasana per il sogno medaglia! Nel giorno della Regina, caccia all’impresa

Lascia un commento

Top