Ginnastica, Europei 2015 – 10 emozioni delle qualifiche: tra duelli, botti, primati e…

Daria-Spiridonova.jpg

Si sono viste evoluzioni molto interessanti nel turno di qualificazione a Montpellier (Francia) dove oggi sono iniziati di Europei 2015 di ginnastica artistica.

Usciamo sostanzialmente con dieci grandi emozioni e suggestioni.

 

  • Spettacolare lotta al vertice tra Maria Kharenkova e Giulia Steingruber, conclusa in favore della russa solo all’ultima rotazione (gareggiavano su attrezzi differenti). Eccellente livello complessivo di ginnastica.
  • La naturale favorita per l’oro all-around mette subito in chiaro le cose, trovando anche un inatteso picco alla trave, mentre la svizzera si rende protagonista di un grande pomeriggio, comandando corpo libero e volteggio: è lei la migliore in assoluto su due attrezzi.
  • Due botti eccezionali alla trave e alle parallele. Da qui sono arrivati i tanto attesi over 15: gli staggi premiamo le encomiabili Daria Spiridonova e Rebecca Downie, i 10cm sono la casa di Maria Kharenkova (033).
  • Duello meraviglioso a distanza tra Rebecca Downie e Daria Spiridonova alle parallele. Prima la britannica piazza il 6.5 di difficoltà, la britannica risponde con 6.7 ma non la scavalca. Finisce 15.241 a 15.233: otto piccolissimi millesimi. Sabato sarà grande spettacolo.
  • Tutte le Campionesse d’Europa in carica hanno risposto presente, tranne Vanessa Ferrari. L’azzurra è eliminata al corpo libero. Giulia Steingruber prima al volteggio (15.133), Maria Kharenkova prima alla trave (15.033), Rebecca Downie seconda alle parallele (15.233).
  • Grandissime sorprese in giro per tutta Europa. L’olandese Sanne Wevers è sicuramente la più luminosa (in Finale a trave e parallele), la Francia ottiene in casa due Finali (Camille Bahl volteggio, Loan His parallele), inattesa la tedesca Pauline Schaefer sui 10cm (14.333), ruggito della 30enne greca Vasiliki Millousi (14.166 alla trave, Finale in una delle ultime tappe di una grande carriera).
  • Difficile intravedere grosse deluse. Oltre a Vanessa Ferrari (ma di cui ben conosciamo le condizioni fisiche), l’altro pesce grosso che rimane fuori dalle Finali è Diana Bulimar.
  • Promossa Kseniia Afanaseva: agli atti conclusivi del corpo libero (ex Campionessa del Mondo) e al volteggio. Applausi per Maria Paseka: fino a 24 ore fa non era nemmeno tra le convocate, sabato disputerà la Finale alla tavola.
  • Otto ginnaste escluse dalla Finale all-around, ripescata addirittura la 32esima con un punteggio poco superiore ai 50 punti. Va bene aprire l’artistica a più Paesi, ma così non si abbassa la qualità? Fuori la Tinkler sesta, out due italiane in lotta per la top ten. Fortunatamente la regola ci premia: Martina Rizzelli è in Finale alle parallele grazie all’esclusione di Maria Paseka.
  • Chiudiamo con l’Italia, su cui torneremo approfonditamente. Quattro Finali, due di Specialità, tre ginnaste diversi agli atti conclusivi (due all’attrezzo). Promossa Erika Fasana, impresa di Martina Rizzelli, Vanessa Ferrari non riesce a tirare fuori la magia ma stringe i denti, purtroppo fuori Carlotta Ferlito.

 

Articoli correlati:

Europei 2015 – Tutte le qualificate alle Finali

Europei 2015 – L’Italia si prende 4 Finali! 2 Specialità: Fasana, Rizzelli, Ferrari avanti

Lascia un commento

Top