Ginnastica, cosa fanno le migliori 8 al Mondo? Da Biles a Ferrari, Iordache e Mustafina

Simone-Biles-Mondiali-Nanning-2.jpg

La prima parte di stagione è ormai alle spalle, la ginnastica artistica ci ha regalato già molto. Ora ci attende un mese di maggio pieno di tappe di Coppa del Mondo (tutte in diretta su OA), la “Finale” di Serie A, il prestigioso Trofeo 4 Nazioni di Torino.

Vediamo più da vicino cosa hanno fatto e cosa stanno facendo le migliori otto ginnaste al Mondo, seguendo naturalmente la classifica dell’all-around dell’ultima rassegna iridata disputata a Nanning.

 

SIMONE BILES – La dominatrice della Polvere di Magnesio ha iniziato la stagione in maniera strabiliante. Ha sfondato il mitico muro dei 62 punti per due volte consecutive, prima donna a riuscire nell’impresa con il nuovo codice dei punteggi. Trionfo di lusso all’American Cup (terza tappa di Coppa del Mondo), bis al Trofeo di Jesolo dove primeggiò già nel 2013 conquistando la sua prima vittoria da senior. Imbattuta proprio da quel momento, la Campionessa del Mondo è partita col piede giusto nell’anno che dovrebbe portarla a eguagliare i primati iridati di Svetlana Khorkina.

Ha ulteriormente incrementato le difficoltà, l’Amanar al volteggio è così ampio che lascia intuire le possibilità di un triplo avvitamento; corpo libero acrobaticamente stellare; è migliorata notevolmente anche alle parallele facendo intuire velleità di sei ori a Glasgow…

 

LARISA IORDACHE – Problemi alla caviglia e al piede. La vicecampionessa del Mondo è stata costretta a rinunciare agli Europei dove era chiamata al ruolo di grande dominatrice, vista anche la concomitante assenza di Aliya Mustafina. Si sta curando con il mirino puntato verso i Mondiali qualificanti. Già certo che non parteciperà ai Giochi Olimpici Europei (sarà alle prese con il corrispettivo scolastico della nostra maturità). Il planning prevedeva un rientro per i campionati nazionali di settembre proprio in vista della rassegna iridata, ma chissà che non ci possa già regalare una sorpresa al 4 Nazioni di Torino…

 

KYLA ROSS – Ha iniziato la stagione a Jesolo come le è già capitato diverse volte in carriera. Una brutta caduta al corpo libero l’ha però chiamata fuori dai giochi per il podio. Ha comunque sempre lasciato intravedere pulizia d’esecuzione e ulteriori passi in avanti rispetto al bronzo iridato. Prossimo appuntamento nella lunga estate dell’artistica americana.

ALIYA MUSTAFINA – Zarina fuori dalle pedane ormai da sei mesi. L’amara caduta al corpo libero che le ha impedito la salita sul podio all-around agli ultimi Mondiali è stata metabolizzata con la scelta di un allenatore, dopo praticamente due anni di fai da te.

La Reginetta 2010 è seguita da Sergey Starkin che l’ha già indirizzata verso il pieno recupero. Problemi fisici ormai alle spalle, recupero ginnico graduale, nessuna forzatura come invece era capitato nelle ultime stagioni, ha rinunciato agli Europei di Montpellier dove avrebbe dovuto difendere il titolo del concorso generale conquistato a Mosca 2013.

L’obiettivo è chiaro: essere al top alle Olimpiadi 2016 per tentare l’assalto a qualcosa di davvero importante. Punti interrogativi sulla sua possibile presenza al 4 Nazioni di Torino, certamente la vedremo in pedana a Baku in occasione dei Giochi Olimpici Europei.

 

JINNAN YAO – La notizia delle ultime settimane. La cinese, Campionessa del Mondo alle parallele asimmetriche, è tornata in Patria. L’operazione chirurgica alla spalla, eseguita negli Stati Uniti d’America, ha prodotto ottimi risultati. Il recupero dovrebbe durare ancora qualche mese: sembrano poche le possibilità di vederla in gara nel 2015, appuntamento quasi sicuramente fissato per i primi mesi del 2016 in avvicinamento alle Olimpiadi.

VANESSA FERRARI – La mononucleosi l’ha colpita dopo il Mondiale, impendendole di esprimersi ai suoi massimi livelli durante il circuito di Coppa del Mondo e in Serie A. Il responso medico è arrivato in occasione della gara di Firenze, la Campionessa del Mondo 2006 sta recuperando e ha partecipato agli Europei. Non è riuscita a difendere il titolo di Campionessa d’Europa al corpo libero, venendo eliminata nel turno di qualificazione. Ha preferito non partecipare alla finale all-around, lasciando il posto alla connazionale Martina Rizzelli.

ALLA SOSNITSKAYA – La russa si è infortunata quando era già a Montpellier, pronta per disputare gli Europei. Il suo crac ha però portato bene alla sua Nazione: Maria Paseka è stata chiamata per sostituirla e ha conquistato l’oro al volteggio. Al momento non si conoscono ancora i tempi di recupero.

JESSICA LOPEZ AROCHA – La venezuelana sta festeggiando la conquista della Coppa del Mondo generale con annesso jackpot di 24000 franchi svizzeri. Il quarto posto all’American Cup le ha permesso di conquistare con merito la Sfera di Cristallo, suo primo grande risultato di rilievo quando ormai si avvicinano i 30 anni. Si prepara per i PanAm, per i Mondiali e per l’ennesima Olimpiade.

Lascia un commento

Top