Ginnastica, addio a Natalia Bobrova: il cancro ha sconfitto la 36enne, prima medaglia russa ai Mondiali

Natalia-Bobrova.jpg

Lo scorso 2 aprile è scomparsa Natalia Bobrova, ginnasta passata alla storia per essere stata la prima ginnasta russa a conquistare una medaglia iridata dopo il crollo dell’Unione Sovietica.

La 36enne di Novosibirsk, già madre di due figlie, è deceduta in una clinica di Tel Aviv (Israele) a causa di un cancro allo stomaco che l’aveva colpita alcuni anni fa, costringendola a un lungo periodo di malattia.

In molti la ricorderanno come Natalia Kudryavtseva (nome e cognome da sposata). Ebbe il suo grande momento di gloria ai Mondiali di Birmingham 1993 quando conquistò la medaglia di bronzo al corpo libero alle spalle di due icone sacre come Shannon Miller e Gina Gogean.

Anche la statunitense ha affrontato una lunga battaglia col cancro (alle ovaie), ma la Reginetta all-around nel 1993 e nel 1994 ne uscì vittoriosa. Quello fu anche il Mondiale del primo oro del nostro Yuri Chechi, l’alba del suo grande dominio agli anelli.

Natalia Bobrova fu una delle grandi compagne di Svetlana Khorkina, con cui non riuscì però a conquistare una medaglia a squadre ai Mondiali 1995 (nel 1993 non era previsto il team event iridato). Rimase poi fuori dalla formazione che avrebbe disputato le Olimpiadi di Atlanta 1996.

È una grave perdita per tutta la ginnastica artistica che si vede mancare di un pezzo importante di storia, dopo la dipartita solo un paio di mesi fa di Maria Kriuchkova, lei bronzo con la squadra alle Olimpiadi di Atene 2004. Sarà sicuramente nei ricordi del quartetto russo ormai prossimo alla partenza per gli Europei che cercherà di dedicarle il maggior numero possibile di medaglie.

 

(foto prensalibre.cr)

Tag

Lascia un commento

Top