Calcio – Serie A, le pagelle della 31esima giornata: piangono Inter e Milan

142675-400-629-1-100-83_serie-a-tim-logo4.jpg

La Juventus vede il traguardo finale. 2-0 alla Lazio in scioltezza e più quindici sul secondo posto: tra due settimane può essere scudetto, bastano sei punti. Nella 31esima giornata di Serie A Inter e Milan si dividono la posta in palio in un derby dallo scarso valore tecnico, il Napoli condanna quasi aritmeticamente il Cagliari alla B e la Roma non va oltre l’1-1 casalingo con l’Atalanta. Le pagelle.

Juventus, 8: nell’antipasto della finale di Coppa Italia i bianconeri avvisano i biancocelesti. La squadra di Massimiliano Allegri non si fa distrarre dal doppio impegno di Champions League contro il Monaco e archivia i giochi per lo scudetto in maniera ormai indiscutibile. Forma ottima e stato mentale da big: la stagione può regalare ancora molte gioie.

Paulo Dybala, 7.5: manca il gol contro il Genoa, ma si rivela per l’ennesima volta uno dei migliori giocatori della stagione. L’assist per il 2-0 di Cochev è da manuale, la traversa lo frena nella ripresa. In estate verrà venduto a peso d’oro.

Sergio Pellissier, 7: a 36 anni continua a segnare con il Chievo Verona. Con la rete all’Udinese raggiunge quota cinque in stagione, pareggiando il risultato di due anni fa e volando ben sopra all’unica marcatura realizzata nel 2013-2014.

Roma, 5: i giallorossi si confermano formazione incapace di vincere. A Totti risponde Denis e Rudi Garcia fallisce il controsorpasso alla Lazio in ottica secondo posto. Sarà decisivo il derby delle ultime giornate, ma al momento il favore del pronostico pende tutto dalla parte dei cugini.

Derby di Milano, 4: ai punti meriterebbero i nerazzurri, ma il verdetto del campo è di un triste 0-0 cui i soli errori di Banti non possono bastare come giustificazione o alibi. I rossoneri crollano nel secondo tempo, ma la squadra di Mancini non sa approfittarne. Riprendendo Adriano Galliani “c’è da piangere” sotto la Madonnina.

Di seguito i tre migliori giovani italiani dell’ultimo turno.

Manolo Gabbiadini (Napoli): segnale chiaro ad Antonio Conte. L’ex blucerchiato va tenuto sotto controllo: un gol in Europa e uno a Cagliari. Gioca poco, ma la porta la vede eccome. È a quota 16 in stagione. E non è una prima punta.

Domenico Beradi (Sassuolo): prestazione frizzante contro il Torino, segna dal dischetto e per il secondo anno consecutivo va in doppia cifra in Serie A.

Riccardo Saponara (Empoli): sempre più leader nella squadra toscana che, raggiunta la salvezza, può giocare senza patemi d’animo. Ennesimo assist.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Tag

Lascia un commento

Top