Calcio – Serie A, 29esima giornata: tutti in campo il sabato di Pasqua!

142675-400-629-1-100-83_serie-a-tim-logo4.jpg

Dieci partite tutte lo stesso giorno. Per la recente storia della Serie A, è un evento raro. Che si ripete quasi ogni sabato di Pasqua, momento che in passato ha deciso più volte le sorti del campionato. Come nel 2011, quando un gol di Robinho nei minuti finali a Brescia spinse il Milan verso il 18esimo titolo. O come l’anno successivo, quando i rossoneri furono beffati da Amauri a tempo scaduto in casa e, perdendo 1-2 con la Fiorentina, subirono il decisivo sorpasso della prima Juventus di Antonio Conte. Corsi e ricorsi storici che evidenziano come l’aria festiva non si senta nemmeno: a nove giornate dal termine della stagione molto può ancora succedere.

Non in vetta però, dove la Vecchia Signora è pronta raccogliere il quarto scudetto consecutivo. In attesa del quarto di finale di Champions League con il Monaco, i bianconeri chiuderanno il programma della 29esima giornata allo Stadium contro l’Empoli (ore 21). Ma tutto da vivere sarà il lungo pomeriggio che inizierà alle 12.30 all’Olimpico: Roma-Napoli, seconda contro quinta con sei punti di distanza, per i partenopei rischia di essere l’ultimo treno Champions League. Sarà sfida vera, con i padroni di casa reduci dalla vittoria di Cesena dopo un periodo fallimentare. La sosta avrà giovato a Rudi Garcia?

Sosta mal digerita dalla Lazio terza, sei vittorie nelle ultime sei gare. Stefano Pioli teme che la pausa possa interrompere la rincorsa biancoceleste verso la Champions diretta, al momento distante solo un punto. Alle 15 i biancocelesti volano a Cagliari, in casa dell’ex Zeman, e non mancano le insidie contro una squadra che ancora rincorre la salvezza. Alle 18.30 altro crocevia fondamentale per le posizioni d’onore: Fiorentina-Sampdoria pone una di fronte all’altra due compagini in salute e motivate per raggiungere risultati poco sperati a inizio stagione. Montella sfida Mihaijlovic, Gomez contro Eto’o: ci sono tutti gli ingredienti per un vespro infuocato.

Tutte le altre partite si svolgeranno alle 15: oltre a Cagliari-Lazio, in campo anche Palermo-Milan, Genoa-Udinese, Sassuolo-Chievo, Inter-Parma, Atalanta-Torino e Verona-Cesena. Tanti incroci per la salvezza, soprattutto tra Emilia, Lombardia e Veneto. In attesa del Carpi, sempre più prossimo alla promozione, il Nord Italia rischia di perdere una o due società nella massima serie.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

 

Tag

Lascia un commento

Top