Calcio, Coppa Italia: ultima corsa prima della finale dell’Olimpico

Logo-Tim-Cup-Coppa-Italia-calcio.jpg

Settimana delicata per il calcio italiano. Se l’ultimo turno di campionato, disputato interamente nel sabato di Pasqua, ha offerto finalmente spettacolo, gol e lotte per vari obiettivi sempre più equilibrate, tra domani e mercoledì sarà la volta della Coppa Italia con le semifinali di ritorno e la lunga rincorsa verso la finale dell’Olimpico di Roma.

A eccezione della Roma, estromessa ai quarti dalla Fiorentina come poi avvenuto negli ottavi di Europa League, l’edizione 2014-2015 della coppa nazionale offre il meglio di sé. Da un lato i viola che sognano il colpaccio contro gli storici rivali della Juventus, ormai vincitrice del quarto scudetto consecutivo e in grado di sognare in grande per la Champions, mentre dall’altro il Napoli dei tenori spagnoli contro quell’orchestra quasi perfetta che è la Lazio di Stefano Pioli, vera e propria rivelazione della stagione che ancora non sembra conoscere i propri limiti. E quindi osa, giustamente.

Il primo atto metterà di fronte, al Franchi, viola e bianconeri. Si parte – ed è un evento, considerata la Juve degli ultimi anni – da un netto vantaggio per la squadra di Vincenzo Montella. L’1-2 dello Stadium, con doppietta di uno scatenato Mohamed Salah, garantisce un discreto margine di sicurezza per i toscani, in forma dopo il 2-0 rifilato sabato alla Sampdoria. Di fronte, però, c’è la Juventus di Massimiliano Allegri che scalda i motori verso la volata finale di una stagione che potrebbe diventare storica. Con un’impresa le motivazioni della Vecchia Signora raggiungerebbero picchi elevatissimi proprio in vista dell’andata con il Monaco per sognare la semifinale di Champions.

Ben più equilibrata, invece, la gara tra Napoli e Lazio che andrà in scena mercoledì sempre alle 20.45. L’andata terminò 1-1 e, dunque, ai padroni di casa potrebbe bastare un pareggio a reti bianche per raggiungere la seconda finale consecutiva. Ma attenzione ai biancocelesti che vincono in Serie A da sette turni di fila e vantano un reparto offensivo di tutto rispetto: Miroslav Klose, Antonio Candreva, Felipe Anderson e Stefano Mauri. Questa Lazio sembra un treno in corsa che non vuole fermarsi e, dunque, pensare di andare a vincere al San Paolo non è utopia. Anche perché il Napoli come sempre continua ad alternare prestazioni convincenti a pesanti battute d’arresto.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

francesco.caligaris@olimpiazzurra.com

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top