Boxe, pesi massimi: diciottesima difesa mondiale per Klitschko

Boxe-Wladimir-Klitschko.jpg

Non solo Mayweather-Pacquiao: questa notte, infatti, è entrato sul ring quello che, assieme ai due rappresentati dei pesi welter, può essere considerato il pugile più noto al mondo, l’ucraino Wladimir Klitschko (o Volodymyr Klyčko, come vorrebbe la traslitterazione più corretta).

Impegnato al Madison Square Garden di New York contro lo statunitense Bryant Jennings, il trentanovenne ha agevolmente conservato le sue tre cinture mondiali dei pesi massimi (WBA, WBO e IBF), quattro considerando anche la “sigla minore” IBO. Alla fine delle dodici riprese, il punteggio dei giudici ha visto Dr. Steelhammer vincere per 116-111, 116-111, 118-109, nonostante un punto di penalità inflittogli durante il decimo round. Per l’ucraino si tratta della diciottesima difesa da quando, nell’aprile del 2006, ottenne le cinture IBF e IBO. Klitschko si trova dunque a solamente due lunghezze dalle venti difese di Larry Holmes, mentre il record appartiene a Joe Louis con venticinque, e conserva inoltre il primato di uno campione WBA da quando questa sigla è stata istituita.

Per il fuoriclasse ucraino si tratta della sessantaquattresima vittoria su sessantasette match disputati da professionista, con l’ultima delle tre sconfitte che risale ad undici anni fa. Jennings, invece, aveva sempre vinto nelle sue precedenti diciannove esperienze da “pro”, e macchia per la prima volta il suo score personale con un insuccesso.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top