Amstel Gold Race 2015: le pagelle dei protagonisti. Kwiatkowski perfetto

Michal-Kwiatkowski-Pagina-FB-Team-Sky.jpg

Vittoria iridata nella 50ma edizione dell’Amstel Gold Race: sul traguardo di Valkenburg ad imporsi è il campione del mondo di Ponferrada Michal Kwiatkowski. Strepitoso lo sprint finale del corridore della Etixx-QuickStep. Andiamo a vedere le pagelle dei protagonisti della classica olandese.

Michal Kwiatkowski, voto 10: il campione del mondo è uno dei corridori più intelligenti tatticamente nel circuito World Tour. Non esagera sul Cauberg, si gestisce al meglio e chiude perfettamente allo sprint. Strepitosa la prova del polacco: battuti corridori molto più veloci di lui su un traguardo assolutamente non facile. E’ la vera consacrazione per il 24enne, lo aspettiamo alle prossime uscite nelle Ardenne.

Alejandro Valverde, voto 7: non cambia mai… Sul Cauberg sembra avere la gamba migliore, sembra essere il grande favorito per la volata finale, ma: prima si ferma e fa rientrare il gruppone, poi resta troppo chiuso allo sprint, terminando la sua prova al secondo posto (ennesimo piazzamento in carriera). Se Kwiatkowski è uno dei migliori tatticamente parlando, per Valverde si può esprimere il contrario.

Michael Matthews, voto 7,5: prosegue l’ottima stagione del giovane velocista dell’Orica GreenEdge. L’australiano, dopo aver fatto podio alla Sanremo, si conferma anche all’Amstel. Non è solo uno sprinter: fantastico a tenere la ruota di Gilbert sul Cauberg, forse ha dato tutto e gli è mancato qualcosa sul finale.

Alberto Rui Costa, voto 7: sui 250 km circa di gara si è visto una sola volta, era in coda e aveva cambiato la bici per un problema tecnico. Poi è comparso allo sprint finale e per poco non riusciva il colpaccio. Il portoghese della Lampre, campione del mondo 2013, si conferma un gran corridore, gli manca ancora quel qualcosa in più per primeggiare.

Philippe Gilbert, voto 6: accelerazione fantastica sul Cauberg. Nessuno, a parte Matthews, riesce a tenere la sua ruota. Poi si spegne la lampadina: raggiunto dal gruppone non disputa neanche la volata e chiude decimo. Da rivedere alla Freccia.

Enrico Gasparotto, voto 7: si conferma, per l’ennesima volta, il miglior azzurro all’Amstel. E’ la sua corsa preferita, e si vede: Cauberg affrontato al meglio, è assieme a Kwiatkowski al termine dello strappo, poi si piazza all’ottavo posto in volata. Lo aspettiamo nelle prossime gare.

Vincenzo Nibali, voto 7: lo Squalo è tornato. Dopo le prime apparizioni di questo 2015, il vincitore del Tour de France 2014 torna a farsi vedere davanti. Ottimo l’attacco preparato con Diego Rosa, un po’ sfortunato a non trovare collaborazione, ma la gamba c’è. Molto atteso alla Liegi di domenica: potrà farci sognare?

Simon Clarke, voto 8: l’australiano dell’Orica GreenEdge è il più combattivo di giornata. Ci prova a 30km dal traguardo, poi si ritrova Nibali come compagno di fuga e prova a staccarlo per andare da solo. Molti chilometri in avanscoperta, ottima gara.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: Pagina FB Team Sky

Lascia un commento

Top