Amstel Gold Race 2015: ecco i favoriti! Gilbert per il poker a Valkenburg

Schermata-2014-10-21-alle-01.05.28.png

Chiusa la stagione del pavé, domenica si aprirà il Trittico delle Ardenne. Una settimana all’insegna di salite e cotes, storicamente favorevoli a scattisti e scalatori. La prima prova, nella giornata di domenica, sarà l’Amstel Gold Race. Una gara conosciuta, con l’ormai classico arrivo posto 1600 metri dopo la vetta del Cauberg, salita simbolo della corsa. 

Padrone di casa, anche se non geograficamente, è Philippe Gilbert. Il vallone della BMC ha vinto 3 volte questa corsa e se aggiungiamo anche il successo iridato del Mondiale del 2012 disputatosi in Limburgo le volte in cui ha alzato le braccia al cielo su queste strade diventano ben 4. Nessuno come lui può essere considerato il favorito: le rampe del Cauberg sembrano studiate per lui, come un sarto riesce a cucire il vestito sulle spalle dei modelli. Potente e resistente, le sue progressioni su queste pendenze sono sempre state terrificanti per tutti gli avversari. Il belga è ancora alla ricerca del primo successo stagionale e si è preparato per la settimana più importante della sua stagione alla Vuelta al Pais Vasco, dove ha conquistato anche un quinto posto.

Tra i favoriti anche il campione del mondo Michal Kwiatkowski. A Ponferrada ha dimostrato di poter vincere in tutti i modi: veloce in volata, può fare la differenza in salita e sul passo. L’Etixx-QuickStep, nonostante un numero spropositato di piazzamenti, è uscita senza vittorie dalla campagna delle pietre e nel polacco sono riposte importanti speranze per la prossima settimana. Due volte sul podio tra queste parte, ma mai vincitore, Alejandro Valverde potrebbe essere un serio candidato al successo. Il Cauberg, forse, non si addice al 100% alle sue caratteristiche, ma è capace di un’ottima progressione sia in salita che in volata, due capacità che in una corsa come l’Amstel possono risultare decisive per vincere.

Questi tre atleti per risultati, caratteristiche e garanzie offerte sono gli uomini più attesi. In tanti, però, potrebbero provare ad inserirsi nella lotta per il successo e per il boccale di birra offerta dallo sponsor della corsa sul podio finale. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Gianluca Santo

Lascia un commento

Top